Come creare un giardino all’inglese

Come creare un giardino all’inglese

Chiara, micro-imprenditrice nel giardinaggio, Salento

Guida scritta da:

Chiara, micro-imprenditrice nel giardinaggio, Salento

Il giardino all’inglese ha un aspetto solo in apparenza caotico, in realtà la sua progettazione richiede uno studio approfondito per garantire come effetto finale l’ordine e il rispetto delle proporzioni tra tutti gli elementi. Per chi è affascinato da questi splendidi giardini paesaggistici e, pur non avendo a disposizione parchi dalle metrature infinite, desidera replicarli realizzando un angolo di giardino all’inglese, ecco alcune idee e suggerimenti da cui prendere spunto per la sua progettazione.
Scopri tutti i nostri prodotti per la cura delle piante!

Giardino all’inglese: caratteristiche 

Giardino all’inglese: caratteristiche 

Le origini del giardino all’inglese risalgono al XVIII secolo, quando i nuovi giardini nobiliari cominciano a caratterizzarsi non più per la geometricità e la definizione precisa degli spazi, elementi tipici dei giardini all’italiana e alla francese. Nella nuova tipologia di giardino, detta giardino all’inglese, l’armonia viene invece ricercata con spazi contrapposti, il susseguirsi di elementi naturali e artificiali, spazi regolari e spazi selvaggi.

La differenza tra giardino all’inglese e giardino all’italiana è proprio questa: nel giardino all’italiana gli spazi sono molto geometrici, seguono schemi ben definiti e le varie aree sono tra loro separate, al contrario il giardino all’inglese viene detto anche "paesaggistico", in quanto ricorda e ricrea ambienti informali e selvaggi, non ha bisogno di statue e scalinate importanti, al centro dell’attenzione.

Il giardino all’inglese diventa uno spazio in cui emozioni, colori e odori trovano spazio e si alternano a sorpresa, un luogo solo in apparenza irregolare. L’effetto finale del giardino all’inglese è molto naturale: la natura sembra esprimersi liberamente, senza nessun controllo da parte dell’uomo, in realtà si tratta ovviamente di spazi progettati e creati appositamente.

Suddiviso in più zone, i punti focali del giardino all’inglese sono spesso nascosti a un primo sguardo e vengono scoperti a mano mano che si passeggia al suo interno, senza avere mai una visione d’insieme di tutti gli elementi che lo compongono.

Il giardino all’inglese è, per ovvie ragioni, molto diffuso in Gran Bretagna. Il più famoso e ammirato è il Royal Garden di Buckingham Palace. Tra gli esempi più noti in Italia di questa tipologia di giardini, ricordiamo invece il Giardino Inglese della Reggia di Caserta, i Giardini Reali di Monza, il Parco Giardino Sigurtà e il Parco Sempione di Milano. 

Scopri il catalogo ManoMano
Statue da giardino

Come fare un giardino all'inglese

Come fare un giardino all'inglese

Come abbiamo visto, l’aspetto informale e naturale del giardino all’inglese non deve trarre in inganno: dietro a quell’aria selvaggia c’è sempre in realtà una fase di attento studio e la progettazione rigorosa per il corretto abbinamento di colori, forme e proporzioni. Dall’esame degli spazi, degli elementi artificiali da inserire o delle stagioni di fioritura, similmente a quanto avviene nei giardini orientali, nulla viene lasciato al caso. 

La natura del territorio viene rispettata includendo e recuperando gli elementi già presenti, come alberi o tratti di bosco. L’acqua viene utilizzata nel giardino inglese come elemento romantico: laghetti, ruscelli e fontane vengono contrapposte a elementi più rustici come grotte, rocce, pergole e rovine. Nonostante l’apparenza selvaggia, prati e sottobosco non sono incolti ma, anzi, molto spesso sono ricchi di fiori.

A seconda dello spazio a disposizione, esistono diverse aree ed elementi che possono essere incluse in fase di progettazione di un giardino all’inglese.

Scopri il catalogo ManoMano
Archetti, grigliati e graticci

Zona prato

Il prato all’inglese preferisce il clima fresco e umido del nord, quindi richiede frequenti tagli e annaffiature molto regolari. Si tratta di una mescola di specifiche varietà di graminacee che produce un manto erboso dal colore verde intenso e dall’aspetto uniforme e ordinato: si potrebbe dire una vera e propria moquette verde!

Scopri il catalogo ManoMano
Semi per prato

Zona relax

Zona relax

Una zona ombreggiata in cui riposare, magari all’ombra di un pergolato profumato, coperto da rose o altre piante rampicanti. Si può pensare di includere nel giardino inglese un angolo conversazione con poltrone per ricevere gli ospiti e una zona con tavolo e sedie per mangiare all’aperto durante la bella stagione.

Acqua

La presenza dell’acqua aumenta l’effetto naturale e la riuscita del progetto, per questo è uno degli elementi irrinunciabili in un giardino all’inglese. Che sia sotto forma di un piccolo ruscello, un lago, una fontana o una cascatella, l’acqua è un elemento di sorpresa, che rompe visivamente il verde, lo amplifica e lo riflette, provocando nell’osservatore emozioni diverse ogni volta.

Passeggiate

È importante predisporre dei percorsi, dei semplici vialetti in ghiaia o pavimentati con pietra andranno benissimo. Il loro scopo è quello di permettere di spostarsi e raggiungere le diverse aree: i giardini all’inglese nascondono al loro interno varie sorprese! Oltre agli elementi naturali come piante, fiori e specchi d’acqua, in fase di progettazione è possibile includere e nascondere tra la vegetazione anche piccole grotte, rocce e rovine.

Aiuole, siepi e alberi

Aiuole, siepi e alberi

L’effetto finale è molto naturale, la vegetazione sembra crescere in libertà ma in realtà in fase di progettazione è necessario studiare gli abbinamenti migliori per creare un effetto selvaggio ad hoc.

Aiuole, bordure, siepi, pergolati, piante e alberi vengono scelti appositamente e affiancati per raggiungere un disegno finale coerente ma spontaneo, la casualità nel giardino inglese è però solo apparente. In seguito, vedremo più in dettaglio alcune tipologie e varietà che non possono mancare nei giardini all’inglese.

Scopri il catalogo ManoMano
Piante perenni

Zona orto

Zona orto

Il giardino all’inglese include molte volte anche una zona dedicata alla coltivazione delle verdure per il consumo personale. L’area di coltivazione o il vero e proprio orto può essere suddivisa in aiuole oppure si possono predisporre delle vasche in pietra oppure formate da rami intrecciati, ai margini delle quali è possibile piantare delle erbe aromatiche e decorative, come ad esempio origano, salvia, timo, melissa, menta o erba cipollina.

Se non disponi di molto spazio, puoi sempre optare per la realizzazione di un orto verticale.

Completata la fase di progettazione, caratteristica fondamentale per la buona riuscita del nostro giardino all’inglese sarà la cura del verde. L’aspetto rigoglioso e selvaggio è solo l’immagine finale del giardino inglese ben riuscito, l’atmosfera incantata del vostro giardino potrà essere infatti raggiunta solo grazie a una manutenzione molto costante e attenta di tutti gli spazi.

La scelta della vegetazione per il giardino inglese riveste un ruolo importantissimo: occorre infatti prendersi cura delle piante tenendo conto dei loro naturali cicli di vita. Per esempio le piante stagionali andranno sostituite periodicamente, per non far cadere il giardino in uno stato di incuria e abbandono.

La scelta di piante e cespugli per giardino all’inglese

La scelta di piante e cespugli per giardino all’inglese

Nei giardini all’inglese la natura è la protagonista indiscussa, identifica e dà forma a spazi e paesaggi. Lo stile del giardino inglese non prevede l’inserimento di molte piante di specie differenti, ma la cosa più importante è la combinazione coerente tra le varietà utilizzate, specialmente dal punto di vista cromatico. 

Tra le piante, si preferiscono alberi con foglie caduche e fiori colorati, di dimensioni medie o piccole. Molto spesso vengono utilizzati nel giardino all’inglese anche degli alberi da frutto, come meli o ciliegi: le loro magnifiche fioriture primaverili donano una nota profumata e di colore alla composizione. Altra pianta spesso presente è il cipresso: se non sono disponibili grandi spazi per lasciarla crescere, può essere utilizzata anche come siepe o divisorio.

Per ombreggiare pergolati, decorare muri di cinta, archi e altre strutture la scelta solitamente è tra le varietà di rosa rampicante: la rosa è la pianta simbolo dei giardini all’inglese, molto romantica e profumata, non può di certo mancare! In alternativa, molto utilizzata nelle decorazioni anche la vite americana, scelta per le sue tonalità autunnali rossastre. 

Per quanto invece riguarda i fiori, nel giardino inglese vengono privilegiati quelli colorati e profumati:

  • ortensie;

  • ibisco;

  • calendule;

  • peonie;

  • margherite;

  • gardenie;

  • girasoli;

  • viole del pensiero;

  • gigli.

Alternare piante erbacee perenni e arbusti, bilanciare forme e colori senza andare a coprire le piante più delicate, inserire macchie di colore per illuminare la composizione. La scelta come abbiamo visto è potenzialmente infinita, ma le caratteristiche più importante da tenere conto negli abbinamenti sono le tonalità e i periodi di fioritura di ciascuna pianta, in modo da realizzare nel nostro giardino all’inglese delle composizioni ornamentali che risultino spontanee e coerenti allo stesso tempo. 

Scopri il catalogo ManoMano
Rose

Scopri di più

 
Scopri tutti i nostri prodotti per la cura delle piante!

Guida scritta da:

Chiara, micro-imprenditrice nel giardinaggio, Salento

Chiara, micro-imprenditrice nel giardinaggio, Salento

Da responsabile nel trasporto dei rifiuti, sono diventata coltivatrice specializzata nell’orticultura biologica. Con un diploma professionale in Agraria, opzione Produzione Orticola, ho provato per diversi anni a sistemarmi come giovane agricoltrice nel bel Salento. Dopo numerose delusioni, mi sono alla fine lanciata come micro-imprenditrice nel servizio a domicilio, soprattutto nel giardinaggio, assistita dal mio tenero e caro marito. Appassionata di natura e piante selvagge commestibili, sono molto attenta alle soluzioni ecologiche rispettose dell’ambiente in tutti gli aspetti della vita quotidiana. Dall’orto ai cespugli fioriti, dalla semina alla raccolta, ho in tasca ogni tipo di consiglio! Sentitevi liberi di chiedermi qualsiasi cosa!

  • Milioni di prodotti

  • Consegna a domicilio o in punto di raccolta

  • Centinaia di esperti pronti ad aiutarti