Come far crescere una pianta di ulivo

Come far crescere una pianta di ulivo

Giovanni, giardiniere per passione, Umbria

Guida scritta da:

Giovanni, giardiniere per passione, Umbria

Pianta della vita, emblema della longevità, simbolo internazionale della pace, alimento centrale della dieta mediterranea, parte fondamentale di molte liturgie cristiane: a tutte queste definizioni corrisponde una sola pianta, sua maestà l’ulivo! Semina, metodi di coltivazione, concimazione e potatura: scopri tutti i nostri consigli per la cura della pianta di olivo in vaso.
Scopri tutti i nostri ulivi e piante mediterranee!

Albero d'ulivo: il re del paesaggio mediterraneo

Albero ulivo: paesaggio mediterraneo

Sensibile alle basse temperature, l'ulivo conta tra le caratteristiche distintive frugalità, resistenza alla siccità e longevità. L’ulivo viene coltivato in agricoltura per il suo frutto che, dopo il passaggio in frantoio, sotto forma di olio, diviene parte fondamentale nella preparazione di tutti i piatti della cucina mediterranea.

Fonte di vitamine, sali minerali e fibre, l’olivo fornisce acido oleico, mentre le foglie e i frutti sono utilizzati non solo in campo alimentare ma anche in cosmetica e farmacia. Il suo legno è molto ricercato e viene utilizzato in ebanisteria per la sua qualità, le venature e la durezza.

Non si può negare, grazie alle sue numerose proprietà e le sue peculiari caratteristiche, l’albero di olivo è davvero uno dei protagonisti della macchia mediterranea. La pianta di ulivo è un sempreverde ornamentale, adatto quindi come pianta in vaso per la decorazione di case e giardini, oltre che come bonsai.

Scopri il catalogo ManoMano
Piante da frutto

Origine e coltivazione dell’ulivo

Origine e coltivazione dell’ulivo

L’ulivo ha origini antichissime: diffuso sin dall’antichità nelle coste meridionali dell’Asia Minore, è però con i Greci, che ne scoprirono le proprietà benefiche, che si diffuse la sua coltivazione. Dai Greci deriva infatti anche il nome, trasformato dai Latini in olea, da cui appunto il nome ulivo o olivo, facente parte della specie Olea europaea.

La coltivazione della pianta dell’olivo è storicamente concentrata nei paesi del Mediterraneo, grazie al clima temperato, fatto di inverni miti ed estati calde. Tra i principali produttori mondiali di olive oltre all’Italia, ricordiamo anche Spagna, Grecia e Turchia. La maggiore concentrazione di coltivazioni di piante di ulivo sul nostro territorio si trova nella regione della Puglia. Grazie al clima favorevole, la coltivazione dell’ulivo si è oggi diffusa anche in Sudafrica, Australia, Argentina e California.

Scopri il catalogo ManoMano
Ulivo

Quale ulivo piantare

Quale ulivo piantare

A livello di coltivazione, la classificazione dell’ulivo e delle coltivazioni dipende dalla finalità della raccolta, abbiamo quindi:

  • produzioni da olio: la finalità principale è la lavorazione per l’estrazione dell’olio di oliva

  • produzioni da mensa: il prodotto principale è l’oliva, lavorata per il consumo alimentare

  • produzioni miste o a duplice attitudine: lo scopo principale è l’estrazione dell’olio di oliva, ma una parte della produzione (solitamente quella di miglior qualità) è destinata al consumo da mensa.

Le caratteristiche fisiche delle piante delle diverse varietà non presentano grosse differenze tra le diverse specie, non sono quindi facilmente identificabili.

L’olivo è una pianta sempreverde, dalla crescita lenta, molto resistente (ne esistono piante molto antiche, addirittura secolari!). Il fusto della pianta ha una corteccia scura, di colore grigiastro, il suo legno è molto pregiato.

I rami si sviluppano perpendicolari rispetto al fusto, la chioma tende quindi ad essere piuttosto allargata, nonostante ciò gli alberi possono raggiungere altezze di oltre 15 metri. Le foglie hanno una forma allungata, la parte inferiore è morbida e di color argenteo, quella superiore invece è verde scuro. La fioritura avviene in grappoli, durante i mesi primaverili. In seguito si sviluppa il frutto, piccolo e di forma tondeggiante o ovale, composto da una parte carnosa, la polpa, e da un seme o nocciolo interno.

Scopri il catalogo ManoMano
Cura delle piante

Produzione dei frutti dell'ulivo

Produzione dei frutti dell'ulivo

Il colore del frutto cambia a seconda della sua maturazione: è di colore verde quando acerbo, nero violaceo a maturazione completata. La raccolta delle olive avviene generalmente alla fine dell’autunno. Su questo tema sicuramente si concentrano le curiosità e le domande di molti:

  • A che età l’ulivo fa le olive

  • L'ulivo fa le olive tutti gli anni?

La pianta di ulivo generalmente inizia a produrre i frutti dopo circa 3 - 4 anni. Al principio si tratta di una produzione modesta, che va però aumentando con la crescita e dopo circa 9 - 10 anni la pianta raggiunge il suo pieno sviluppo. In media una pianta di olivo produce dai 15 ai 40 kg di olive, per una pianta coltivata in vaso sono invece circa 2 kg. Ha un anno di produzione maggiore e uno di riposo, con produzione inferiore, limitata. A seconda di alcune caratteristiche, come varietà della pianta, tipo di terreno, clima, potatura, ma anche della zona e delle specifiche tradizioni, il raccolto può avvenire ogni 2 anni.

Scopri il catalogo ManoMano
Fioriere, vasi e cassette

Varietà di ulivi

Varietà di ulivi

Nonostante le varietà di piante disponibili siano praticamente infinite (in molti casi una stessa tipologia può avere addirittura denominazioni differenti anche in zone geografiche o province limitrofe), allo stesso modo le specifiche e la resa di una stessa tipologia di pianta di ulivo possono variare da luogo a luogo, sulla base delle caratteristiche del territorio di coltivazione. 

La scelta della tipologia da coltivare in vaso o nel giardino dipende quindi non solo dalla finalità di coltivazione della pianta di olivo, ma anche dalle caratteristiche stesse della zona di coltivazione. In Italia, le varietà più diffuse a livello nazionale sono:

  • Leccino

  • Frantoio

  • Maurino

  • Pendolino

  • Favolosa

  • Moraiolo

Una volta individuata la varietà preferita, la coltivazione della pianta dell’ulivo può iniziare dal nocciolo del frutto stesso. In questo caso è bene dotarsi di molta pazienza in quanto si tratta di un procedimento lungo: sono infatti necessari almeno 2 mesi circa per far germogliare il seme di una oliva fresca, raccolta direttamente dall’albero. I frutti che invece troviamo al supermercato sono già stati trattati per il consumo, quindi i loro semi non sono più adatti a questo scopo.

Se invece desideriamo acquistare la pianta, il prezzo di una pianta di ulivo in vaso potrà cambiare in base alla varietà, l’età e la tipologia: consigliamo la scelta di un albero di olivo già sviluppato, con un’altezza già di circa 1 - 1,5 metri, il cui costo è in genere compreso tra i 10 e i 40 €.

Come curare una pianta di ulivo in vaso 

Come curare una pianta di ulivo in vaso 

La sua coltivazione è molto semplice:

  • l’ulivo preferisce un’esposizione soleggiata, quindi a sud del vostro giardino andrà benissimo;

  • ha bisogno di annaffiature regolari: in estate un paio di volte alla settimana possono essere sufficienti.

Attenzione ai ristagni d’acqua: l’olivo in vaso tollera meglio la siccità che gli eccessi d’acqua, meglio quindi non esagerare! 

Durante l’inverno le piante di olivo temono il gelo: oltre a sospendere l’irrigazione, è consigliabile, se possibile, spostarle in zone riparate del giardino, oppure proteggere le radici e le foglie ricoprendole con della pacciamatura oppure teli o cappucci appositi in tessuto non tessuto.

Scopri il catalogo ManoMano
Terricci, pacciamatura e drenaggio

Potatura dell'olivo

Potatura dell'olivo

Come potare una pianta di ulivo? La potatura avviene a inizio primavera e, oltre a permettere di controllare la crescita dell’albero, svolge un ruolo fondamentale sulla produzione di olive per la stagione successiva. Serve a rimuovere foglie e rami secchi, garantendo luce e aria al centro della chioma; nelle piante giovani e in fase di crescita meglio non esagerare e limitarsi ai soli rami più lunghi.

Quando si iniziano a veder spuntare le radici dal vaso o la pianta ha rallentato il ritmo di crescita, è l’ora di trapiantarla in un vaso più grande. In linea generale, il trapianto è consigliato in primavera o in autunno, ogni 2 o 3 anni per le piante in fase di crescita: sul fondo del vaso posiziona della perlite per favorire il drenaggio, utilizza poi del terriccio universale a cui aggiungere una miscela di torba, sabbia e lapillo. Tra fine inverno e inizio primavere è bene procedere alla concimazione della pianta di ulivo in vaso utilizzando un fertilizzante ricco di fosforo, potassio e azoto, in modo da fornire gli elementi necessari alla crescita e allo sviluppo delle olive.

Scopri il catalogo ManoMano
Set di utensili da giardiniere

Piantare ulivi in giardino

Piantare ulivi in giardino

Per chi desiderasse coltivare l’ulivo in terra, nel proprio giardino, il terreno ideale rimane quello di tipo argilloso e calcareo, ma è comunque una pianta che si adatta a tutti i tipi di suoli, anche quelli rocciosi.

Il periodo migliore per coltivare l'ulivo è tra l’autunno e l’inizio della primavera: è importante garantire il corretto drenaggio delle radici ed evitare eccessi e ristagni d’acqua aggiungendo sul fondo del materiale drenante prima di posizionare la pianta, il concime e il terriccio. La distanza generalmente considerata tra pianta e pianta è di circa 7 metri: in questo modo le piante potranno svilupparsi e crescere in libertà, allo stesso tempo verrà garantito lo spazio necessario per le lavorazioni, anche in caso di utilizzo di mezzi agricoli. 

Scopri il catalogo ManoMano
Ulivi e piante mediterranee

Malattie degli alberi di ulivo

Malattie degli alberi di ulivo

Nonostante si tratti di un albero molto resistente, anche l'ulivo in vaso o in giardino può essere soggetto a malattie e parassiti. Tra le più comuni ricordiamo:

  • Cocciniglia: attacca le foglie, che si seccano per poi cadere

  • Occhio di pavone: anche in questo caso si manifesta principalmente sulle foglie, con macchie scure di forma circolare

  • Mosca dell’olivo: le sue larve minacciano la produzione di olive

  • Xylella: è un batterio che provoca il disseccamento della pianta

Scopri di più

 
Scopri tutti i nostri ulivi e piante mediterranee!

Guida scritta da:

Giovanni, giardiniere per passione, Umbria

Giovanni, giardiniere per passione, Umbria

Alto come un soldo di cacio, già lavoravo nel giardino di famiglia. Forse è da lì che è nato il mio interesse per le piante e il giardinaggio. Era quindi logico per me seguire degli studi sia di biologia vegetale che di agraria. Accogliendo la richiesta di diversi editori, ho scritto in 25 anni numerosi libri sulla tematica delle piante, dei funghi (argomento che mi è a cuore), essenzialmente delle guide per il riconoscimento all’inizio, ma presto anche in seguito, sul giardinaggio, riallacciandomi così alla prima passione della mia infanzia. Ho anche collaborato regolarmente con diverse riviste specializzate nell’ambito del giardinaggio o più in generale della natura. Siccome non c’è giardiniere senza giardino, è in un piccolo angolo dell’Umbria che coltivo il mio da 30 anni e dove metto in pratica i metodi di coltura che vi consiglio.

  • Milioni di prodotti

  • Consegna a domicilio o in punto di raccolta

  • Centinaia di esperti pronti ad aiutarti