Come scegliere un congelatore

Come scegliere un congelatore

Marika, Appassionata di arredamento

Guida scritta da:

Marika, Appassionata di arredamento

Con i ritmi di oggi organizzarsi in cucina è essenziale. Un buon congelatore, verticale o a pozzetto, è un elettrodomestico importante per conservare cibi freschi e piatti preparati. Capacità di congelamento, sistemi di congelamento, range di temperatura e consumi di energia. Leggi la guida e fai la scelta giusta!
Scopri tutti i nostri congelatori!

Perché acquistare un congelatore

Perché acquistare un congelatore

Insieme al frigorifero, anche il congelatore è ormai entrato a far parte degli elettrodomestici indispensabili non solo per le famiglie numerose!

Essendo più capiente delle celle freezer del frigorifero puoi conservare alimenti freschi, surgelati e pietanze preparate in casa, preservandone le qualità nutritive. All’occorrenza non dovrai fare altro che scongelarli e consumarli.

Ti sarà chiaro quindi, come un buon congelatore possa venire incontro alle esigenze, sempre più stringenti, di mangiare sano senza passare ore in cucina.

Ovviamente, perché il congelatore sia adatto al tuo stile di vita, al momento della scelta dovrai considerare alcuni aspetti essenziali quali:

  • Il tipo di congelatore, verticale o a pozzetto;

  • La capienza;

  • Le opzioni di sbrinamento;

  • Le funzioni relative alla temperatura;

  • L’efficienza energetica e la classe climatica;

  • Eventuali altre funzioni aggiuntive.

Scopri il catalogo ManoMano
Congelatore

Quale congelatore scegliere: verticale o a pozzetto

Quale congelatore scegliere: verticale o a pozzetto

Prima di lanciarsi nell’acquisto di un congelatore è opportuna una riflessione sugli spazi a disposizione in casa poiché da ciò dipenderà la scelta di un modello verticale (a colonna) piuttosto che di uno orizzontale (a “pozzo” o a “pozzetto”). Ma quali sono le principali differenze tra questi due modelli? Vediamole.

Congelatore verticale

È un congelatore molto pratico perché non richiede grande spazio, viene detto anche “ad armadio”. Di solito si installa in cucina, come congelatore da incasso o a libera installazione. Se il congelatore ha la stessa altezza del frigorifero è possibile posizionarli uno accanto all’altro: l’effetto estetico sarà notevole! Una soluzione perfetta per chi ha una cucina bella grande.

L’interno del congelatore verticale è suddiviso in ampi cassetti trasparenti estraibili dove collocare il cibo; di solito i modelli di congelatori più alti dispongono di 7 comodi cassetti mentre i più bassi ne hanno solo 3 o 4. Presenta anche un vantaggio di tipo “ergonomico”: grazie alla sua forma in tutto e per tutto simile a quella del frigorifero, non dovrai chinarti per aprire i cassetti!

Congelatore orizzontale o a pozzetto

Si tratta di un modello più ingombrante e per questa ragione la maggior parte delle volte viene messo in locali di servizio, come il garage o la cantina.

Ce ne sono per tutti i gusti: dai modelli di piccole dimensioni e compatti da 50 cm, fino a quelli di grandi dimensioni, con una larghezza di 160 cm e una capacità di 500 litri. Per poter sistemare gli alimenti al suo interno i modelli più grandi sono dotati di separatori, almeno 2 o 3, mentre i modelli più piccoli e compatti hanno un vano congelatore unico o un solo separatore.

Per evitare dispendi di energia, quando si accede al congelatore lo sportello andrebbe tenuto aperto il meno possibile. Ti consigliamo quindi, di mettere in cima gli alimenti che consumerai in breve.

Scopri il catalogo ManoMano
Congelatori

La capienza

La capienza

Un altro importante aspetto da considerare prima di acquistare un congelatore verticale o a pozzetto è quello della capienza, che varierà a seconda della composizione del nucleo familiare e delle esigenze in termini di quantità di alimenti da congelare.

La capienza – o capacità – di un congelatore viene espressa in litri, ti starai chiedendo quindi, come fare per capire quale tipologia di congelatore ti serve. Niente paura! Non devi cimentarti in calcoli quantistici bensì pensare in termini di buste della spesa! Sì, hai capito bene. Si tratta di un calcolo approssimativo ma che rende perfettamente l’idea: fino a 200 litri si congelano circa 5 buste della spesa; fino ai 300 litri circa 11 buste e con 400 o 500 litri si può arrivare anche fino a 20 buste della spesa!

Congelatori verticali e orizzontali: funzionalità

Congelatori verticali e orizzontali: funzionalità

Ora che ti abbiamo dato un’idea delle tipologie e delle capienze dei congelatori, parliamo delle funzionalità. Come saprai, considerando la vasta gamma di modelli di congelatori in commercio è corretto affermare che anche le funzionalità sono svariate, anche se alcune sono davvero indispensabili e permettono di ottimizzare l’efficienza e i consumi del congelatore.

  • Il super frost o fast freeze o congelamento rapido: molti nomi per una sola funzione di congelamento che consente di raggiungere in brevissimo tempo una temperatura di - 30° C. In questo modo, gli alimenti messi nell’apposito scomparto potranno congelarsi immediatamente, senza deteriorare gli altri. A congelazione raggiunta, la funzione si disattiverà. Il vantaggio? Mantiene costante la temperatura interna del congelatore, evitando che i cibi appena inseriti provochino uno sbalzo termico. Nei modelli che non prevedono la disattivazione automatica della funzione, è presente un pulsante per poterla attivare e disattivare manualmente, evitando così un inutile dispendio energetico.

  • Termostato esterno: decisamente utile, questo termostato regolabile ti consentirà di scegliere il livello di temperatura, adattando il raffreddamento alle tue esigenze. Nell’ottica di evitare sprechi di energia, ti consigliamo di scegliere un congelatore con termostato esterno. Certo, in alcuni modelli è interno ma ciò comporta l’apertura del congelatore ogni volta che devi verificare la temperatura, con il conseguente abbassamento della temperatura interna. Il termostato è dotato di un tasto e di tre spie luminose:

  1. Verde: segnala il corretto funzionamento del congelatore;

  2. Rossa: importante perché segnala eventuali malfunzionamenti dell’elettrodomestico;

  3. Arancione: durante l’attivazione del congelamento rapido.

  • Sbrinamento automatico: molto simile al “no frost” dei frigoriferi, questo sistema evita la formazione di ghiaccio. Questa funzione prevede l’attivazione di ventole e resistenze elettriche grazie alle quali il congelatore effettuerà un “riscaldamento” – niente paura, non si riscalderà veramente, semplicemente aumenterà la ventilazione interna. Proprio questa maggiore ventilazione farà sciogliere l’eventuale brina formatasi sulle pareti. Di solito, i congelatori dotati di questa funzione hanno anche una valvola di scarico per eliminare l’acqua in eccesso. Se il congelatore ne è sprovvisto, ti suggeriamo di verificare periodicamente lo strato di ghiaccio che si forma sulle pareti del congelatore e, se vedi che ha uno spessore di circa mezzo centimetro, rimuovilo. Tieni presente che maggiore è la brina, minore sarà la capacità di congelamento.

  • Allarme temperatura: alcuni modelli sono dotati di un allarme acustico, di una spia (rossa) o addirittura di un display della temperatura a LED che ti avvisa se la temperatura subisce un aumento improvviso dovuto, ad esempio, allo sportello lasciato aperto o alle guarnizioni usurate. A loro volta, gli allarmi (visivi o acustici) sono provvisti di una batteria di supporto che si attiva in caso di malfunzionamento, consentendo loro di poter funzionare per un certo periodo di tempo.

Scopri il catalogo ManoMano
Frigoriferi

Efficienza energetica e classe climatica, due aspetti da non sottovalutare

Efficienza energetica e classe climatica, due aspetti da non sottovalutare

Come ben sappiamo, con l’aumento delle spese in bolletta si fa sempre più stringente la questione del risparmio energetico, soprattutto per elettrodomestici come frigoriferi e congelatori che non si possono spegnere.

È essenziale quindi, optare per un modello di congelatore con un’ottima efficienza energetica, consumi ridotti e un altrettanto buona classe climatica.

La classe energetica viene riportata sull’etichetta energetica, appunto, e va dalla A+++ alla G in cui la classe A è la classe più performante e che garantisce un minor consumo di energia, mentre la G è la peggiore. Possiamo quindi affermare che un congelatore con una buona classe energetica andrebbe scelto fra la A+++ e la C.

La classe climatica invece, definisce la temperatura esterna ideale perché il congelatore possa funzionare correttamente. Diversamente dalla classe energetica, la cui etichetta è all’esterno del congelatore, l’etichetta climatica si trova all’interno, e viene indicata con le sigle SN, N, ST e T che identificano:

  • SN - temperatura ambientale tra i 10° e i 32° C;

  • N – temperatura ambientale tra i 16° e i 32° C;

  • ST – temperatura ambientale tra i 18° e i 32° C;

  • T – temperatura ambientale tra i 18° e i 43° C.

Perché la classe climatica è così importante? Perché varia in base a dove installerai il congelatore. È essenziale scegliere la giusta sigla per non incorrere negli svantaggi dovuti ad una temperatura ambientale esterna diversa: il motore del congelatore infatti, dovrà fare uno sforzo incredibile per raggiungere la temperatura ambientale e ciò comporterà consumi eccessivi. Come se non bastasse, il motore sotto sforzo non consentirà una buona refrigerazione degli alimenti all’interno del congelatore, comportando un’usura precoce e una breve durata di vita dell’elettrodomestico.

Scopri il catalogo ManoMano
Frigoriferi

Consigli per ridurre i consumi

Consigli per ridurre i consumi

Oltre a scegliere il congelatore più adatto alle proprie esigenze, talvolta basta mettere in atto dei piccoli accorgimenti per diminuire il consumo di energia. La bolletta sarà più leggera!

  • Colloca il congelatore in un luogo fresco e se proprio devi metterlo in cucina, cerca di tenerlo lontano dalle fonti di calore.

  • Non tenere troppo aperto lo sportello del congelatore… O vuoi che la bolletta si impenni?!

  • Una volta l’anno, verifica le guarnizioni interne e sostituiscile se sono danneggiate e/o usurate.

  • Se il congelatore non ha la funzione di sbrinamento automatico, dovrai effettuare tu questa operazione appena noti che lo strato di ghiaccio si inspessisce. Eviterai che “rubi” il freddo all’interno.

  • Pulisci periodicamente anche le parti esterne del congelatore, in particolare la serpentina. La polvere ne rallenta il funzionamento e aumenta i consumi energetici. Spegni sempre il congelatore quando lo fai!

Scopri di più

 
Scopri tutti i nostri congelatori!

Guida scritta da:

Marika, Appassionata di arredamento

Marika, Appassionata di arredamento

Accostamenti cromatici, tessili, composizioni d’arredo fluide e originali, materiali e stili sempre nuovi e senza confini: questo per me è il fascino dell’arredamento. Grazie alle mie conoscenze linguistiche, ho avuto l’opportunità di fare un’esperienza lavorativa di oltre 10 anni nella gestione della clientela estera proprio in un’azienda di arredo. Ho potuto conoscere e approfondire tutte le fasi della creazione di un arredo, dalla progettazione, passando per la produzione vera e propria di ogni singolo mobile, fino ad ammirarne il risultato finale. L’esperienza acquisita, i tanti viaggi (e non solo di lavoro!), la passione per le lingue, la curiosità e un pizzico di audacia, mi hanno spinta ad intraprendere nel 2011 un cammino nuovo, quello della traduttrice freelance a cui, in tempi più recenti, si è aggiunto quello della redazione di contenuti. Sarei davvero entusiasta di condividere con voi i miei suggerimenti, trasmettervi la mia passione e cercare nuove idee per reinventare qualsiasi spazio living!

  • Milioni di prodotti

  • Consegna a domicilio o in punto di raccolta

  • Centinaia di esperti pronti ad aiutarti