🚚 In esclusiva sull'app: consegna in regalo* solo fino al 1° gennaio!
Chi siamo
Come scegliere una caldaia a gasolio

Come scegliere una caldaia a gasolio

Sebastiano, Tuttofare autodidatta

Guida scritta da:

Sebastiano, Tuttofare autodidatta

323 guide

La caldaia a gasolio a condensazione e la caldaia a gasolio a bassa temperatura scaldano l'acqua che viene poi messa in circolo nei radiatori o nel riscaldamento a pavimento. Se è a doppio servizio produce anche acqua calda sanitaria (ACS). Segui i nostri consigli per scegliere la tua caldaia a gasolio!

Caratteristiche importanti

  • A bassa temperatura
  • A condensazione
  • Con produzione di acqua calda
  • Potenza
  • Rendimento
Scopri le nostre caldaie a gasolio!

Una caldaia a gasolio può produrre acqua anche calda sanitaria (ACS) nel qual caso è detta, da alcuni produttori, caldaia doppio servizio. Si distinguono tre tipi di produzioni d'acqua calda: istantanea, a micro-accumulo e ad accumulo.

Una caldaia a gasolio si dimensiona in funzione del volume da scaldare e dell'isolamento dell'abitazione. Le caldaie a gasolio a condensazione sono preferibili per le abitazioni di volumetria maggiore perché hanno rendimenti superiori.

Una caldaia a gasolio necessita di un serbatoio di stoccaggio che, in funzione del suo volume, va installato all'interno o all'esterno. Il serbatoio di stoccaggio va dimensionato secondo le necessità di riscaldamento dell'impianto.

Scopri il catalogo ManoMano
Serbatoio di stoccaggio

Una caldaia a gasolio scalda l'acqua che viene poi diffusa nei radiatori ad acqua calda o nella rete del riscaldamento a pavimento (pavimento riscaldante). 

L'acqua viene scaldata grazie a un bruciatore che brucia l'olio combustibile (gasolio) immagazzinato in un serbatoio indipendente.

Si distinguono due tipi di caldaie a gasolio: le caldaie a gasolio a condensazione (più care all'acquisto ma con un rendimento migliore e più convenienti a lungo termine) e le caldaie a gasolio a bassa temperatura (meno care all'acquisto ma con un rendimento inferiore).

Scopri il catalogo ManoMano
Pavimento radiante

La caldaia a gasolio a bassa temperatura produce acqua calda a una temperatura di 40°C, a differenza di una caldaia a olio combustibile a condensazione che produce acqua a 90°C.

Il rendimento di una caldaia a gasolio a condensazione è superiore a quello di una caldaia a gasolio a bassa temperatura; rispetto a una caldaia di vecchia generazione, la caldaia a condensazione permette di ottenere un risparmio del 30% e quella a bassa temperatura del 20%.

Le caldaie a gasolio a condensazione sono più care all'acquisto e consigliate per i volumi più grandi da scaldare.

Scopri il catalogo ManoMano
Caldaie a gasolio a condensazione

Si distinguono due tecnologie per le caldaie a gasolio, quelle dette a camera aperta o con bruciatore atmosferico e quelle a camera chiusa, dette anche caldaie stagne.

Caldaia chiusa o caldaia stagna

La caldaia a gasolio a camera chiusa ha un bruciatore ad aspirazione e non ha bisogno di canna fumaria a doppia parete né di richiamo d'aria nella stanza (può essere installata in un locale chiuso). Funziona con due circuiti, di cui uno è dedicato all'ingresso dell'aria e l'altro all'evacuazione dei gas di combustione.

Caldaia a camera aperta o caldaia a bruciatore atmosferico

La caldaia a camera aperta evacua i gas tramite una canna fumaria a doppia parete e preleva l'aria necessaria alla combustione nel locale in cui è installata (ricambio d'aria obbligatorio nella stanza).

Una caldaia a gasolio può essere a doppio servizio e produrre anche acqua calda per l'abitazione. La produzione di acqua calda può essere istantanea, a micro-accumulo o ad accumulo.

Produzione d'acqua calda ad accumulo

L'impianto è abbinato a un serbatoio che offre una grande riserva d'acqua per un utilizzo immediato. Questo processo è più economico ma anche più voluminoso. Consigliato per le abitazioni con due bagni, con fabbisogni idrici importanti (famiglia di 4 persone).

Produzione d'acqua calda a micro-accumulo

Una piccola quantità d'acqua calda è immagazzinata in un serbatoio (vaso d'espansione) per garantire una necessità immediata. L'impianto resta alquanto compatto rispetto alla produzione d'acqua calda ad accumulo.

Produzione d'acqua calda istantanea

La produzione d'acqua calda sanitaria è istantanea e indicata per modesti fabbisogni d'acqua calda. Sconsigliata per abitazioni che dispongono di due bagni o per le famiglie di 4 persone.

Scopri il catalogo ManoMano
Vasi d'espansione

Potenza di una caldaia a gasolio

La potenza di una caldaia a gasolio si esprime in kilowatt (kW) ed è funzione del volume da riscaldare, dell'isolamento dell'abitazione, dell'esposizione e della temperatura desiderata. Vanno considerati diversi coefficienti:

  • il coefficiente termico, che si può trovare tabulato in funzione della fascia climatica (da 29 kcal/mc per la fascia B, es. Palermo, a 35 kcal/mc per la fascia E, es. Milano);
  • se l'abitazione è mal isolata si può incrementare il coefficiente termico di 5 kcal/mc;
  • il volume dell'abitazione che si calcola moltiplicando la superficie per l'altezza del soffitto;
  • in seguito si divide per 860 il valore ottenuto, se si vuole passare dalle kcal ai kW.

La formula che permette di calcolare la potenza necessaria per una caldaia a gasolio si riduce a:

Coefficiente termico x volume da scaldare x fattore di conversione (kW/kcal) = Potenza di riscaldamento.

Ad esempio una casa da 300 m³ con un coefficiente termico di 32 kcal/m³ (fascia climatica E, es. Torino) ha un fabbisogno termico stimabile in termini di potenza come:

280 x 32 / 860 = 11 kW all'incirca.

La caldaia a gasolio deve quindi avere una potenza di riscaldamento di 11 kW.

Rendimento di una caldaia a gasolio

Il rendimento di una caldaia a gasolio si definisce come il rapporto tra l'energia prodotta e l'energia consumata. Il rendimento si esprime in % e, più il suo valore è alto, migliore è il rendimento della caldaia e più la caldaia è economica.

Da dimensionare secondo le necessità, una caldaia a gasolio prevede diverse configurazioni e può, a seconda delle funzioni:

  • essere a bassa temperatura o a condensazione;
  • produrre acqua calda istantaneamente, mediante micro-accumulo o accumulo;
  • richiedere una canna fumaria a doppia parete per l'evacuazione dei gas di combustione;
  • dover essere installata in un locale ventilato se si tratta di una caldaia a camera aperta.

Una caldaia a gasolio richiede una manutenzione annuale, il serbatoio una manutenzione ogni dieci anni. La pulizia deve essere fatta obbligatoriamente da un professionista.

Il serbatoio per il gasolio può essere collocato all'esterno, interrato o non, o all'interno se hai un locale aerato e un serbatoio di volume inferiore a 2.500 litri. Il costo del serbatoio va considerato nei costi d'installazione.

Una caldaia a gasolio si può abbinare ad una pompa di calore e/o a uno scaldabagno solare per ottimizzare i tuoi fabbisogni di acqua calda e riscaldamento.

Una caldaia a gasoli di ghisa è più resistente e di migliore fattura.

Le caldaie a condensazione, se vengono installate in sostituzione di un altro sistema di climatizzazione invernale, consentono di accedere alla detrazione fiscale del 50% ai sensi del cosiddetto Ecobonus. L'installazione deve essere eseguita e asseverata da professionisti abilitati, il committente deve essere il proprietario o il locatario dell'abitazione. La caldaia deve essere almeno di classe A ai sensi del Regolamento Europeo n. 811/2013.

Scopri le nostre caldaie a gasolio!

Guida scritta da:

Sebastiano, Tuttofare autodidatta, 323 guide

Sebastiano, Tuttofare autodidatta

Rifare un tetto? Fatto. Addetto ai consigli di bricolage in un negozio? Fatto. Rifare l'impianto idraulico di un bagno? Fatto. Abbattere muri, costruire muri, dipingere pareti? Fatto. Sapete qual è il motto del tuttofare? Imparare è meglio che delegare! E poi è anche una questione di portafoglio e di soddisfazione personale! Consigliarvi? Farò del mio meglio!

  • Milioni di prodotti

  • Consegna a domicilio o in punto di raccolta

  • Centinaia di esperti pronti ad aiutarti