Come scegliere un radiatore a inerzia

Come scegliere un radiatore a inerzia

Alberto, Responsabile del servizio giardinaggio, Irpinia

Guida scritta da:

Alberto, Responsabile del servizio giardinaggio, Irpinia

I radiatori a inerzia sono efficienti ed economici e vengono sempre più scelti per le nostre case. A inerzia secca o fluida, questi radiatori a calor dolce offrono un vero comfort termico. Ma che potenza scegliere? Che corpo scaldante? Che programmazione? Ecco le risposte alle tue domande.

Caratteristiche importanti

  • Inerzia secca o inerzia fluida
  • Natura del materiale refrattario
  • Potenza e formato
  • Programmazione
  • Sensibilità del termostato
Scopri i nostri radiatori a inerzia!

Cos'è un radiatore a inerzia

radiatore a inerzia

Il radiatore a inerzia è il più efficiente tra gli apparecchi di riscaldamento elettrico. È relativamente recente. La tecnologia del riscaldamento elettrico per inerzia abbina l'immagazzinamento e il rilascio omogeneo e graduale del calore.

Il principio di funzionamento di un radiatore a inerzia è abbastanza semplice. Il radiatore riscalda grazie a una resistenza elettrica presente nel corpo scaldante, quest'ultimo immagazzina il calore e lo rilascia alla stanza, un termostato ferma e riavvia la resistenza in base alla temperatura di set-point.

A seconda dei modelli, il radiatore ha uno o due corpi scaldanti. Nel caso di un radiatore a inerzia a due corpi scaldanti, il primo corpo, chiamato nucleo riscaldante, immagazzina il calore prodotto dalla resistenza, mentre il secondo corpo lo rilascia con un aumento di temperatura più rapido. Il tutto è comandato dal termostato.

Dalla combinazione di questi due elementi (uno o due corpi riscaldanti e termostato) e in funzione dei materiali utilizzati, il livello di comfort e il consumo energetico variano sensibilmente da un modello all'altro.

Scopri il catalogo ManoMano
Radiatore a inerzia

Perché scegliere un radiatore a inerzia

Un radiatore a calore dolce

radiatore a calor dolce

Il comfort termico ottenuto con un radiatore elettrico a inerzia è pari a quello di un impianto di riscaldamento centralizzato. Con svariati nomi commerciali equivalenti, i radiatori a inerzia sono detti a:

  • calore dolce;

  • calore sensibile;

  • bassa temperatura.

L'emissione di calore di un radiatore a inerzia è di circa 50 °C (per la sicurezza dei bambini).

L'installazione di un radiatore a inerzia è semplice e consente un notevole risparmio di elettricità se è installato nel punto giusto e in una stanza ben isolata.

I principali vantaggi di un radiatore a inerzia

radiatore a inerzia
  • un'installazione semplice;

  • poca manutenzione;

  • basso consumo energetico;

  • controllo della spesa energetica;

  • svariati modelli;

  • comfort termico ottimale;

  • temperatura omogenea;

  • preserva la qualità dell'aria;

  • silenzioso.

Il radiatore ha molti aspetti positivi e non richiede installazioni onerose come nel caso di un impianto di riscaldamento centralizzato: tubi, caldaia e serbatoio, tra le altre cose. Tuttavia, la sua installazione deve rispettare la norma CEI 64-8, che definisce le caratteristiche dell'interruttore e la sezione dei fili in base alla potenza del radiatore.

I principali svantaggi di un radiatore a inerzia

svantaggi di un radiatore a inerzia
  • Un aumento di temperatura lento, tuttavia alcuni modelli hanno un aumento più rapido: i radiatori a inerzia fluida o d'alluminio.

  • Piuttosto pesante, certi modelli sono relativamente leggeri rispetto ad altri.

  • Più ingombrante di un termoconvettore, tuttavia certi modelli sono abbastanza compatti.

  • Due facce scaldanti, per evitare di scaldare una parete, attacca una pellicola riflettente.

  • Prezzo d'acquisto più elevato, ma risparmio nel tempo per il loro consumo ridotto.

I radiatori a inerzia secca

I radiatori a inerzia secca hanno un corpo riscaldante solido. Il loro vantaggio principale è l'elevata capacità di conservazione e restituzione del calore, ampiamente superiore a quella degli apparecchi a inerzia fluida, con l'effetto di limitare il consumo energetico e di ridurre la bolletta dell'elettricità. Il loro nucleo scaldante è cosituito di materiali refrattari:

  • steatite;

  • ceramica;

  • roccia lavica;

  • mattoni refrattari;

  • alluminio;

  • ghisa.

Radiatore a inerzia a steatite

Radiatore a inerzia a steatite

La steatite è una roccia naturale molto densa, dotata di un'eccellente capacità di accumulo e rilascio del calore, il che permette di ottenere un sostanziale risparmio di elettricità. Tuttavia, l'aumento di temperatura è molto lento e il suo prezzo d'acquisto più elevato.

Radiatore a inerzia di ceramica

Radiatore a inerzia di ceramica

La ceramica offre buone prestazioni. La sua capacità di immagazzinamento e restituzione del calore è molto buona, ma inferiore a quella della steatite. Il suo aumento di temperatura è più rapido.

Radiatore a inerzia di roccia lavica

Radiatore a inerzia di roccia lavica

La roccia lavica proviene dal magma vulcanico. Utilizzata per scaldare le saune, ha una straordinaria capacità di immagazzinamento e rilascio del calore. L'aumento di temperatura è meno lento di quello della steatite a parità di prestazioni.

Radiatore a inerzia di mattoni refrattari

Radiatore a inerzia di mattoni refrattari

I mattoni refrattari sono noti per il loro utilizzo nei forni per il pane o nei barbecue. Hanno un'inerzia paragonabile a quella della ceramica, ma minore di quella della steatite o della roccia lavica. Il loro peso è piuttosto elevato.

Radiatore a inerzia di alluminio

Radiatore a inerzia di alluminio

L'alluminio è un metallo dall'elevata conducibilità termica che ha anche delle proprietà d'inerzia. Detto in altre parole, è capace sia di diffondere che di conservare il calore. Sale molto rapidamente di temperatura e diffonde il calore in modo ottimale, tuttavia lo immagazzina meno a lungo.

Per mantenere la temperatura desiderata, la resistenza deve funzionare più frequentemente e quindi consumare più elettricità. Assicura un buon comfort termico ed è più leggero.

Radiatore a inerzia di ghisa

Radiatore a inerzia di ghisa

La ghisa è una lega di ferro e carbonio dotata di un'eccellente inerzia. Il radiatore conserva a lungo il calore e lo rilascia gradualmente, permettendo di risparmiare sul consumo energetico. Il suo svantaggio è il peso maggiore.

I radiatori a inerzia fluida

radiatori a inerzia fluida

Questo tipo di radiatore utilizza un fluido termovettore, glicole o olio, nel quale è immersa la resistenza. Questa riscalda il liquido e crea un movimento circolatorio all'interno di un circuito idraulico, conservando il calore per un po' di tempo.

I radiatori a inerzia fluida offrono un eccellente comfort termico, molto simile a quello prodotto da un riscaldamento centralizzato, con un minore costo d'acquisto. Tuttavia consumano più elettricità a causa della loro minore capacità di accumulare il calore rispetto ai radiatori a inerzia secca.

Per via dell'aumento di temperatura più rapido, i radiatori a inerzia fluida non sono una cattiva scelta per i bagni se nel loro utilizzo sono considerati come radiatori ausiliari.

Altra alternativa: uno scalda-salviette a inerzia secca con ventilatore è una buona scelta per abbinare il risparmio dell'inerzia e il rapido aumento di temperatura del termoventilatore combinato.

Che potenza per un radiatore a inerzia

Una formula di calcolo semplice

radiatore a inerzia

Per calcolare la potenza necessaria per riscaldare una stanza, si parte dal presupposto che servono 100 W per scaldare 1 m² per una stanza alta 2.50 m. Questa cifra va rivista in diminuzione portandola a 60 W per metro quadro per le abitazioni ad alta efficienza energetica secondo gli standard più recenti.

Il calcolo della potenza per le abitazioni di altezza superiore ai 2.50 m si effettuerà in base al volume (l x L x h = V) della stanza:

  • 0,4 kW/m3 per un'abitazione ben isolata

  • 0,24 kW/m3 per un'abitazione molto ben isolata

Per un bagno, considera da 100 a 130 W per m² e investi preferibilmente in un radiatore scalda-salviette, progettato specificamente per questo utilizzo.

I formati dei radiatori a inerzia

formati dei radiatori a inerzia

Sono disponibili diversi formati e dimensioni per adattarsi a ogni utilizzo. Per riassumere, ecco i principali tipi di radiatori in base al loro formato:

  • orizzontale, più largo e meno alto;

  • verticale, più alto e meno largo;

  • portatile, generalmente a olio, da collegare alla rete;

  • scalda-salviette, pensati per la stanza da bagno.

La programmazione: filo pilota e onde convogliate (powerline)

programmazione

Oltre al termostato, la maggior parte dei radiatori ha una centrale di programmazione individuale. Questa consente di prevedere delle fasce di occupazione nella giornata o nella settimana e di aggiustare il set-point di temperatura in base a esse.

La programmazione non impedisce di passare a una regolazione manuale del set-point o di tornare al programma selezionato quando lo si desidera. Una buona programmazione permette di ottenere un ulteriore risparmio.

È possibile centralizzare la programmazione e definire zone con temperature specifiche. A tal fine, ogni radiatore interessato deve avere un filo pilota, o essere dotato di una scatola powerline o di un trasmettitore radio progettati per questo scopo.

Radiatore a inerzia: aspetti qualitativi, opzioni, design e garanzia

Radiatore a inerzia: aspetti qualitativi, opzioni, design e garanzia

Quando sono stati definiti il tipo di inerzia, la potenza e il formato del radiatore, bisogna considerare la qualità, le opzioni, il design e la garanzia. Ecco alcune opzioni e altre caratteristiche da considerare quando si confrontano i radiatori a inerzia.

  • Schermo a cristalli liquidi: per una visualizzazione ottimale delle funzioni e della programmazione.

  • Visualizzazione della temperatura ambiente.

  • Termostato meccanico: precisione ai 2°C

  • Termostato elettronico: precisione agli 0,5°C

  • Termostato digitale: precisione agli 0,1°C

  • La precisione del termostato:

  • Rilevatore di presenza: consente l'avviamento grazie a dei sensori di movimento.

  • Rilevamento finestra aperta: ferma il riscaldamento in caso di brusco calo della temperatura.

  • Blocco dei comandi: ideale nel caso di presenza di bambini.

  • Sicurezza anti-ribaltamento: per i modelli portatili.

  • Indicatore di consumo: consente di seguire il proprio consumo in temp reale.

  • Telecomando: consente le impostazioni e la programmazione da remoto.

  • Comando da smartphone o computer: permette di controllarlo dal proprio portatile.

  • EN 442: conformità alla normativa comunitaria sulla determinazione della potenza termica.

  • Marchio EcoDesign 2018: attesta la rispondenza delle prestazioni energetiche ai requisiti della più recente normativa europea.

  • Una lunga garanzia: è prova di serietà e attesta la qualità del prodotto.

 
Scopri i nostri radiatori a inerzia!

Guida scritta da:

Alberto, Responsabile del servizio giardinaggio, Irpinia

Alberto, Responsabile del servizio giardinaggio, Irpinia

Da diversi anni, dirigo un servizio di giardinaggio presso una clientela di privati e imprese. Guido una squadra di giardinieri e assicuro la creazione e la manutenzione di spazi verdi. Inoltre apporto ai clienti la mia esperienza in termini di manutenzione e miglioramento dei loro giardini. Infatti, con una formazione commerciale e avendo esercitato funzioni nel settore alberghiero all’inizio della carriera, mi sono orientato verso la manutenzione paesaggistica all’interno di un ente territoriale dove ho acquisito solide competenze tecniche mediante formazioni in azienda e sorveglianza di importati cantieri in un comune in piena evoluzione. Sul piano personale, sono altrettanto proiettato verso l’arte del giardinaggio. Con mia moglie, ho creato il nostro giardino dalla A alla Z e provvedo con cura alla sua manutenzione, così come l’orto! E tutto ciò che è bricolage, non è da meno! Eh sì, fare giardinaggio significa anche fare bricolage: pergola, capanno, pavimentazione, recinzione, e via dicendo… C’è sempre da fare in giardino! Dopo aver ben lavorato, io e mia moglie siamo fieri del risultato ottenuto e felici di poter approfittare a pieno di un ambiente conviviale e caloroso! Allora darvi consigli e aiutarvi nelle scelte per l’attrezzatura, il mantenimento e il miglioramento del vostro giardino sarà una passeggiata!

  • Milioni di prodotti

  • Consegna a domicilio o in punto di raccolta

  • Centinaia di esperti pronti ad aiutarti