Fino a 120 di sconto immediato con il codice DIYWEEK-120 - Approfittane!
Chi siamo
Come eliminare gli insetti bianchi in casa

Come eliminare gli insetti bianchi in casa

Giulia, Decoratrice d'interni

Guida scritta da:

Giulia, Decoratrice d'interni

50 guide

Vero e proprio incubo di tutti e enorme fobia per molti, affrontare un invasione di insetti in casa non è certo piacevole. Insetti bianchi, psocodotteri, pesciolini d'argento fino ai minuscoli acari: eliminare gli insetti non è una sfida facile! Rimedi naturali, metodi preventivi, repellenti: ti sveliamo come in questa guida!
Scopri tutti i nostri repellenti per insetti e animali!

Una delle paure più diffuse è sicuramente la fobia degli insetti, che nel linguaggio medico viene definita entomofobia. Che incubo trovare piccoli e fastidiosi animali fra le mura domestiche: aprire un vecchio libro nella soffitta della nonna e trovare fra le sue pagine un piccolo insetto non meglio identificato, sollevare una mattonella rotta nei pavimenti in cantina e assistere alla fuga di decine di insetti simili a pesciolini d’argento. O, peggio ancora, trovare formiche e scarafaggi all’interno della dispensa della cucina.

Per non parlare poi delle zanzare, onnipresenti in estate sia in casa che in giardino o in terrazzo, specie in condizioni di elevata umidità o nelle vicinanze di acqua stagnante. Senza dimenticare le classiche cimici, tipicamente autunnali, che si nascondono negli anfratti delle finestre. E poi ragni, mosche, blatte, parassiti di varia natura che attaccano i nostri animali domestici… L’elenco è davvero infinito e degno delle pagine di un atlante naturale (o di un film horror!).

Ma fra le tante varietà di piccoli insetti, uno dei più fastidiosi sono sicuramente gli insetti bianchi. La presenza di questi animali negli ambienti domestici spesso viene rilevata tramite alcuni segnali e indicatori che, se trascurati, possono portare a delle conseguenze spiacevoli o perfino dannose per la salute. Proviamo a fare un po’ di chiarezza su di loro per riconoscerli, distinguerli, e capire come eliminarli concretamente, anche nei casi più gravi di infestazioni.

Scopri il catalogo ManoMano
Insetticidi e repellenti per piante

Gli insetti più comuni sono senza dubbio gli acari della polvere. Questi piccoli esserini dalle dimensioni davvero esigue, tra i 0,2 e i 0,6 mm, grandi quanto un granello di zucchero, spesso e volentieri non sono visibili a occhio nudo, ma soltanto con una lente di ingrandimento o al microscopio.

Benché invisibili, ma dal corpo bianco, purtroppo sono la causa di molti problemi respiratori, specie per coloro che soffrono di allergia. Gli acari sono soliti vivere in colonie, sostanzialmente in tutti quei luoghi dove trovano un eccesso di polvere, come tappeti e letti, meglio se in ambienti umidi e bui, e si nutrono di residui di cellule epiteliali morte.

Adottando alcuni accorgimenti, tuttavia, sarà semplice allontanare gli acari delle polvere:

  • si consiglia di aerare con regolarità le stanze della casa, anche più volte durante la giornata e specialmente in camera da letto al mattino;
  • esporre al sole o all’aria cuscini, coperte, trapunte, lenzuola e tende;
  • lavare la biancheria a temperature elevate, per esempio 60 °C o 90 °C se il tessuto lo permette;
  • munirsi di un potente aspirapolvere con accessori specifici per aspirare materassi, tappeti e moquette, e dotato di un filtro HEPA da pulire frequentemente;
  • valuta anche l’impiego di spray antiacari disinfettanti, che agiscono come insetticidi su materassi, tessuti e divani;
  • eliminare la polvere depositata su mobili, soprammobili e dispositivi elettronici con l’aiuto di un panno antistatico.
Scopri il catalogo ManoMano
Materassi antiacari

Gli psocotteri, o insetti bianchi della muffa, sono anch’essi dei parassiti molto piccoli, di dimensioni comprese entro i 5 millimetri, che si annidano solitamente in ambienti domestici caratterizzati da umidità elevata (ad esempio documenti o libri, ma anche muri, mobili e altri materiali). Questi si nutrono principalmente di muffa e carta, e riescono a nascondersi per molto tempo in virtù del loro corpo minuscolo e bianco. Per fortuna si tratta di insetti innocui per l’uomo, che non provocano disturbi allergici né sono portatori di alcuna malattia o infezione.

Ciononostante, questi ospiti sgraditi possono essere un campanello di allarme per avvisarti della presenza di muffa negli ambienti domestici. Vale quindi la pena intervenire sempre in maniera tempestiva e considerare il problema nella sua interezza: è necessario agire contro la proliferazione delle colonie di psocotteri tramite insetticidi appositi che uccidono gli animali e le uova, ma anche risolvere le altre cause connesse:

  • verifica la presenza di infiltrazioni di acqua o condensa nell’area circostante a dove si trovano gli insetti bianchi;
  • cerca di migliorare la gestione della ventilazione all’interno degli ambienti domestici, aprendo spesso le finestre per abbassare la temperatura e di conseguenza l’umidità;
  • nelle zone umide come in bagno, evita di stendere il bucato o di surriscaldare eccessivamente la stanza dopo una doccia o un bagno caldo.

Se questi accorgimenti non fossero sufficienti, considera anche l’acquisto di un deumidificatore, che agisce meccanicamente aspirando l’aria e raffreddandola tramite il contatto con un circuito refrigerante al suo interno. Se riscontri dei problemi di muffa più importanti, puoi provare alcuni prodotti specifici antimuffa oppure rivolgiti a dei professionisti per valutare eventuali cause strutturali.

Liposcelis bostrychophila

Tra gli psocotteri, ne esiste anche una specie in particolare, i Liposcelis bostrychophila, che si nutrono di diversi alimenti. Per evitare di contaminare la cucina, assicurati sempre di sigillare all’interno di contenitori ermetici tutti i cibi e di gettare via eventuali pietanze o ingredienti che sono stati contaminati.

La pulizia della cucina è la prima regola da seguire non soltanto per evitare infestazioni di insetti bianchi, ma anche per tenere alla larga le colonie di formiche che, attratte dagli odori, sono sempre pronte a comparire per fare provviste di briciole per il loro inverno. Se sei alla ricerca di un metodo per eliminare le formiche dalla dispensa, alcuni rimedi casalinghi possono rivelarsi utili, come l’olio essenziale di limone, le foglie di menta o origano sui pavimenti, oppure i fondi di caffè. In alternativa, scegli un prodotto specifico ad azione rapida e, in caso di gravi infestazioni, rivolgiti a dei professionisti.

Scopri il catalogo ManoMano
Repellenti per insetti e formiche

Altri insetti bianchi a cui prestare particolare attenzione sono i cosiddetti pesciolini d’argento. Malgrado il grazioso nomignolo con cui sono spesso conosciuti, i Lepisma saccharina sono molto meno graziosi da vedere, benché innocui per l’uomo. Come indica il nome scientifico, questi piccoli insetti si nutrono principalmente di sostanze zuccherine, nello specifico di amidi, che si trovano più o meno ovunque: nella carta da parati, nel legno, nella colla, nei battiscopa, sui libri e perfino su alcuni tessuti come il cotone, il lino o la seta. Si tratta di animali che prediligono vivere in condizioni di umidità e al buio, ragion per cui spesso quando vengono scoperchiati, tendono a fuggire all’impazzata.

Per eliminare i pesciolini d'argento ed evitare che si ripresentino negli ambienti domestici, in commercio sono disponibili vari insetticidi e prodotti repellenti chimici in grado di debellare sia gli animali che le uova.

Se invece preferisci far ricorso ai metodi naturali, prendili per la gola: le patate, infatti, sono cibi ricchi di amido, una sostanza di cui sappiamo essere ghiotti. Prendi una patata, scavane l’interno o tagliala a pezzettini, e posiziona questa trappola infallibile nei punti strategici dove pensi che si annidino. Lasciala agire per una notte, poi al mattino elimina gli animali che saranno stati attirati. Prosegui il trattamento fino alla scomparsa di tutti gli insetti.

Un’ulteriore soluzione offerta dalla natura contro i pesciolini d’argento possono essere gli oli essenziali, che per via del loro odore molto forte sono in grado di allontanare questi piccoli parassiti. Gli estratti di menta piperita, citronella e lavanda sono tra i più efficaci: ti basterà scegliere un diffusore di aromi, aggiungere all’interno alcune gocce di olio essenziale, seguendo le dosi consigliate, e lasciarti avvolgere dal rilassante aroma di queste piante dimenticando i fastidiosi insetti bianchi.

In effetti, i benefici apportati dalla lavanda erano noti già ai tempi degli antichi Greci e Romani, che la consigliavano per curare malesseri e patologie respiratorie. L’olio essenziale di lavanda oggi viene ampiamente utilizzato in aromaterapia, per i suoi effetti calmanti sul nostro sistema nervoso. Ma vale la pena ricordare che la lavanda, con i suoi fiori tipici raggruppati in spighe di colori che variano dal viola al blu, è la pianta per eccellenza che allontana gli insetti. Se hai un meraviglioso terrazzo dove ami trascorrere ore di relax all’aria aperta, abbelliscilo con alcune piantine di lavanda in vaso per avere in estate un efficace effetto repellente contro le punture di zanzare, le mosche e i ragni.

Scopri il catalogo ManoMano
Fioriere e vasi per esterno

Scopri tutti i nostri repellenti per insetti e animali!

Guida scritta da:

Giulia, Decoratrice d'interni, 50 guide

Giulia, Decoratrice d'interni

Dopo anni passati a trasformare oggetti, immaginare, disegnare, dipingere, ho deciso di convertire la mia passione in un lavoro. Dal 2006, tra Firenze e Siena, accompagno le persone nella realizzazione di progetti di ristrutturazioni o di nuove costruzioni. La mia esperienza e la mia curiosità mi spingono a ricercare sempre soluzioni innovative per me stessa e per i miei clienti. Vivere con la propria passione significa trasformare e modellare continuamente gli spazi anche a casa propria, per la grande gioia della mia piccola famiglia che approfitta dei miei suggerimenti e delle mie creazioni! Ed ora vorrei condividere con voi i miei consigli, per cercare di trasmettervi la mia passione e aiutarvi in tutti i vostri progetti!