Come avviare un allevamento domestico di galline

Come avviare un allevamento domestico di galline

Giovanni, giardiniere per passione, Umbria

Guida scritta da:

Giovanni, giardiniere per passione, Umbria

108 guide

Le galline devono esser scelte in base a quel che vorresti da loro. Animali domestici da compagnia, galline ornamentali o ovaiole, pulcini o giovani polli: devi innanzitutto decidere cosa vuoi. La nostra guida ti darà alcuni utili consigli per aiutarti ad creare il tuo allevamento domestico di galline.

Caratteristiche importanti

  • Regolamentazione
  • Luogo e scelta del pollaio
  • Razza di galline
  • Alimentazione
Scopri i nostri pollai!

Quando si decide di avviare un allevamento domestico di galline bisogna sempre verificare la normativa nazionale e quella locale e vedere quali sono i requisiti e le norme da rispettare. Se poi si vive in un'area urbana, la detenzione di galline o altre specie avicole è particolarmente regolamentata.

La normativa nazionale, in particolare il Decreto Legislativo n. 158/2006, è finalizzata alla tutela e al monitoraggio della salute della popolazione avicola. Questo decreto introduce la necessità di registrazione presso il servizio veterinario dell'azienda sanitaria locale (ASL) di qualsiasi pollaio, anche domestico e per autoconsumo. Alcuni comuni poi impongono delle restrizioni sul numero massimo di avicole e sulla distanza da tenere dalle proprietà confinanti e in alcune zone potrebbe essere vietato tenere animali da cortile.

Per quanto riguarda il pollaio, se vi sono da realizzare opere in muratura o di cubatura importante, è necessario verificare cosa prevedono gli strumenti urbanistici e qual è l'iter per la richiesta di autorizzazione.

Il Codice Civile all'art.1138 modificato nel 2012 stabilisce che, a partire da questa data, nessun regolamento di condominio può vietare di possedere o detenere animali domestici (e le galline sono considerate animali domestici). Tieni conto però che restrizioni da rispettare possono essere previste dal contratto di locazione (che ha carattere contrattuale).

Perché vuoi allevare delle galline? La risposta a questa domanda determinerà la scelta della razza. La ragione principale è ovviamente la produzione di uova, per avere la certezza che le uova siano sane, ultra-fresche e deposte da animali che hanno ricevuto un'alimentazione sana o addirittura biologica. 

Ma è possibile anche allevare polli e galline per la loro carne. Oppure si può scegliere di allevarli per la loro bellezza, come si alleverebbe un pavone per esempio (ma con meno vincoli). Alcune galline hanno in effetti un piumaggio particolarmente decorativo.

Scopri il catalogo ManoMano
Pollai e allevamento di animali da cortile

Allevare polli non richiede alcuna conoscenza speciale, ma una volta che il pollaio è stato costruito, o comprato in kit o assemblato, dovrai dedicare del tempo ogni giorno a nutrire questi animali da cortile.

La pulizia regolare del pollaio sarà necessaria anche per assicurare una buona igiene e dovrebbe essere previsto un luogo, abbastanza lontano dalle case, per depositare il letame (pollina).

Le galline possono essere facilmente acquistate nei mercati, nei negozi o dagli allevatori. Se non hai esperienza nel campo, puoi visitare le fiere del bestiame della tua regione per farti un'idea delle razze, delle loro caratteristiche e fare la tua scelta.

Scegliere delle galline ovaiole

Le galline da allevamento preferite sono le galline ovaiole che provengono da razze locali selezionate per la loro robustezza e produttività. Si distinguono principalmente per il loro colore

  • la gallina rossa;
  • la gallina nera;
  • la gallina bianca;
  • la gallina grigia;
  • la gallina Amrock.

Depongono le uova dall'età di 5 mesi. Le galline nane hanno le stesse caratteristiche delle razze più grandi, ma depongono uova più piccole e hanno l'ulteriore vantaggio di richiedere meno spazio. Per un principiante che vuole produrre uova, la scelta migliore è la gallina rossa, che depone molte uova e non causa problemi.

Una volta familiarizzato con le specie più comuni, si può decidere di allevare galline particolari o insolite, se lo si desidera.

Scegliere le galline ornamentali

Le fiere avicole potranno aiutarti a scegliere tra le numerose galline ornamentali. Per esempio, la gallina nana Cocincina (o nana di Pechino) e la Moroseta sono delle galline docili e molto socievoli. Hanno un piumaggio vistoso o di diversi colori, raspano poco il terreno razzolando e sono adatte a un piccolo spazio o a un piccolo giardino.

Le galline di razza mista

Anche le galline ornamentali depongono uova e adottando razze ornamentali come la gallina padovana o la moroseta si unisce l'utile al dilettevole.

A che età si dovrebbero comprare galline o pulcini

È meglio comprare galline giovani, di 6 settimane. I pulcini sono fragili e richiedono molta attenzione. Inoltre, comprando pulcini di questa età per la produzione di uova, non avrai la spiacevole sorpresa di aver comprato pulcini maschi anziché femmine. Questo perché il riconoscimento del sesso è molto difficile nei pulcini.

A seconda della regione, puoi anche avere l'opportunità di acquistare, per un prezzo molto modesto (a volte 1€), galline di un anno da allevatori che vogliono sbarazzarsi di galline ovaiole che sono diventate meno produttive, ma che possono benissimo essere adatte a te perché continueranno a deporre uova per molti mesi.

Le galline possono essere acquistate in qualsiasi momento dell'anno, ma il periodo ideale è la primavera. Si possono acquistare galline giovani di 6 settimane di età o galline più vecchie di 4 mesi di età che cominceranno a deporre le uova dopo qualche settimana.

L'acquisto su internet è un'opzione, ma evita di farlo con tempo eccessivamente caldo o freddo, perché le galline rischiano di soffrire durante il viaggio. 

Per la produzione di uova, 2 galline possono essere una buona soluzione per iniziare: ti daranno circa 500 uova all'anno e potrà essere sufficiente una superficie di 20 m².

Vale la pena ricordare che un gallo non è necessario affinché una gallina deponga le uova. Tuttavia, è essenziale fecondare le uova per ottenere dei pulcini.

Come scegliere un pollaio

Diversi criteri condizionano la scelta del pollaio:

  • il numero di galline da allevare;
  • il tipo di pollaio, fisso o mobile, o anche la rete metallica per gli allevamenti più importanti;
  • le dimensioni, in parte legate al numero di galline allevate;
  • gli optional, come un vassoio di raccolta delle deiezioni e un tetto amovibile, un'apertura automatica o una rampa d’accesso.

Considera anche gli accessori che dovrebbero completato il pollaio:

  • un nido di deposizione;
  • un posatoio;
  • un abbeveratoio e una mangiatoia.

Se non puoi scegliere un pollaio dal mercato, puoi naturalmente realizzarlo con assi di legno, pallet, ecc. 

Scopri il catalogo ManoMano
Abbeveratoi e mangiatoie per pollai e allevamenti di animali da cortile

Un pollaio è essenziale perché le tue galline si sentano al sicuro e siano protette dai predatori ed è importante che le galline si abituino a rientrare da sole.

Per abituare le galline al pollaio e incoraggiarle a rientrarvi da sole ogni notte, alcuni allevatori hanno adottato la pratica di chiudere le galline nel pollaio per alcuni giorni prima di lasciarle uscire; in questo modo, non dovrebbero avere difficoltà a rientrare quando arriva la sera. 

Le galline che hai acquistato saranno state probabilmente nutrite con pellet. Continua a somministrare pellet mescolato a un po' di cereali spezzati, e aumenta gradualmente la quantità di grano fino a quando non diventa l'alimentazione principale. 

I mangimi per galline ovaiole sono facilmente identificabili nei negozi. Puoi aggiungere alla loro dieta dei vermi della farina e altri vermi essiccati, ricchi di proteine, e gusci d'ostrica tritati (grit), ricchi di calcio e utili se vedi che le tue galline si spiumano a vicenda. Le galline amano gli avanzi, ma tieni conto che alcuni alimenti sono a loro vietati. Nutrire le galline può essere più complesso di quanto sembri!

Scopri il catalogo ManoMano
Mangimi per galline

Anche il recinto esterno che delimita il prato dovrebbe essere pronto prima dell'arrivo delle galline. Per le galline medie e grandi, più pesanti, un recinto di 1,5 metri di altezza dovrebbe essere sufficiente. Per le galline più piccole e agili, tuttavia, si raccomanda un recinto alto almeno 2 metri. 

Può essere utile interrare il recinto di 20 cm se il pollaio si trova in campagna perché le volpi sono ghiotte di carne e non hanno problemi a passare sotto un recinto per cenare! 

Scopri il catalogo ManoMano
Recinti e recinzioni rigide

Scopri i nostri pollai!

Guida scritta da:

Giovanni, giardiniere per passione, Umbria, 108 guide

Giovanni, giardiniere per passione, Umbria

Alto come un soldo di cacio, già lavoravo nel giardino di famiglia. Forse è da lì che è nato il mio interesse per le piante e il giardinaggio. Era quindi logico per me seguire degli studi sia di biologia vegetale che di agraria. Accogliendo la richiesta di diversi editori, ho scritto in 25 anni numerosi libri sulla tematica delle piante, dei funghi (argomento che mi è a cuore), essenzialmente delle guide per il riconoscimento all’inizio, ma presto anche in seguito, sul giardinaggio, riallacciandomi così alla prima passione della mia infanzia. Ho anche collaborato regolarmente con diverse riviste specializzate nell’ambito del giardinaggio o più in generale della natura. Siccome non c’è giardiniere senza giardino, è in un piccolo angolo dell’Umbria che coltivo il mio da 30 anni e dove metto in pratica i metodi di coltura che vi consiglio.