Come scegliere uno spaccalegna

Come scegliere uno spaccalegna

Sebastiano, Tuttofare autodidatta

Guida scritta da:

Sebastiano, Tuttofare autodidatta

261 guide

Lo spaccalegna, elettrico o con motore a scoppio, ti consente di spaccare grandi quantità di legna per la stufa, il camino o il forno, rapidamente, senza fatica e in sicurezza e, soprattutto, senza ricorrere all’accetta! Puoi scegliere tra modelli orizzontali o verticali e tra motorizzazioni e potenze diverse.

Caratteristiche importanti

  • Elettrico
  • Con motore a scoppio
  • Idraulico
  • Potenza di spinta
  • Orizzontale o verticale
  • Dimensione dei ciocchi
Scopri i nostri spaccalegna!

Lo spaccalegna è un utensile piuttosto semplice ma robusto e molto potente, in grado di spaccare in più parti delle grosse sezioni di tronco o grandi pezzi di legno, rapidamente e in tutta sicurezza.

Lo spaccalegna è quindi destinato sia ai professionisti che esercitano un’attività di abbattimento di alberi, sia a chi ha un sistema di riscaldamento a legna come una stufa a legna, un caminetto, ecc. Capace di spaccare i ciocchi sulla loro lunghezza, lo spaccalegna sostituisce di fatto l’ascia o la mazza e il cuneo divaricatore.

Scopri il catalogo ManoMano
Spaccalegna

In base alle tue necessità, e più esattamente al numero di metri cubi di legname che dovrai tagliare ogni anno, puoi scegliere tra tre tipi di motorizzazioni, ossia tre tipi di spaccalegna:

  • lo spaccalegna elettrico;
  • lo spaccalegna con motore a scoppio;
  • lo spaccalegna idraulico.

Spaccalegna elettrico: uno strumento pratico e poco rumoroso

La motorizzazione elettrica è consigliata per coloro che hanno un consumo di circa 10 steri di legna all’anno (lo stero è un'unità di misura di volume della legna stoccata ed equivale ad un metro cubo). Gli spaccalegna elettrici sono pratici, non inquinanti e poco rumorosi.

Capaci di spaccare ciocchi fino a 40 cm di diametro, il loro pistone può raggiungere le 10 tonnellate (t) di potenza di spinta (5 t è il minimo e corrisponde a ciocchi di 30 cm di diametro). La potenza del motore varia a seconda dei modelli ed è compresa tra 1500 watt (W) e 3500 watt (W).

Spaccalegna con motore a scoppio: lo strumento perfetto per un utilizzo intensivo

Destinati ad un uso domestico o professionale, per produzioni superiore ai 12 steri all’anno, gli spaccalegna con motore a scoppio sono progettati per grandi flussi di lavoro e offrono potenze molto più elevate grazie a motori a 4 tempi.

La potenza di spinta minima è di circa 11 t per una potenza del motore di 5,5 cavalli (CV) cioè circa 4 kW. Quelli più grandi sviluppano 22 t e spaccano ciocchi fino a 60 cm di diametro.

Spaccalegna idraulico: il must per coloro che possiedono un trattore

Concepiti per funzionare collegati alla presa di forza di un trattore, gli spaccalegna idraulici vengono acquistati dai proprietari di questo tipo di macchina agricola!

La potenza di spinta,  che in genere parte da 11 t, consente di spaccare ciocchi di circa 35 cm. Potendo raggiungere potenze anche più elevate, sono macchine robuste e flessibili per produzioni di oltre 12 steri all’anno.

Scopri il catalogo ManoMano
Spaccalegna con motore a scoppio

Qualunque sia la motorizzazione scelta, lo spaccalegna può essere verticale o orizzontale. Facciamo il punto sulle due configurazioni!

Spaccalegna orizzontale: un vantaggio per uno svantaggio

Il vantaggio sta nel fatto che questa macchina ha una tavola dove sistemare il ciocco; lo svantaggio è che occorre mettercelo sopra con conseguente maggiore movimentazione. Per proteggere la schiena, pensa ad adottare i gesti corretti e la giusta postura.

È il modello da prendere in considerazione per il taglio di ciocchi di lunghezza inferiore a 50 cm e di piccolo diametro.

Spaccalegna verticale: prestazioni maggiori per una manutenzione minore

Ha bisogno di una minore manipolazione e il suo utilizzo è indicato per ciocchi di grande diametro e che superano i 50 cm di lunghezza.

Gli spaccalegna di questo tipo dispongono spesso di una guida per il mantenimento del ciocco in posizione.

Dopo aver calcolato il consumo o la produzione di legna all’anno, e dopo aver definito le dimensioni dei ciocchi (lunghezza e diametro), e di conseguenza calcolato la potenza e la spinta necessarie per il tuo spaccalegna, sarai in grado di comparare questi criteri:

  • la durata del ciclo di taglio, somma della durata dell’andata e del ritorno;
  • la dimensione del cuneo di taglio;
  • le differenti altezze di taglio nel caso di una macchina verticale;
  • la velocità di avanzamento – indicata vicino alla durata del ciclo;
  • il numero di decibel (dB) – soprattutto per i motori a 4 tempi;
  • l’opzione trainabile per i modelli con motore a scoppio;
  • se la tavola è inclinabile per gli spaccalegna orizzontali;
  • la robustezza e la finitura del telaio;
  • il peso per i modelli elettrici non trainabili;
  • le dimensioni espresse in larghezza, lunghezza e altezza.

Altre specifiche sono riportate sulle schede tecniche dei costruttori, come la capacità dell'olio idraulico (relative alla dimensione del cilindro), il tipo (in relazione alla viscosità), il materiale del telaio (sostanzialmente in acciaio con trattamento epossidico); tuttavia queste indicazioni sono meno importanti rispetto a quelle sopraelencate.

Per scegliere lo spaccalegna giusto, presta attenzione a:

  1. Numero di metri cubi prodotti in un anno.
  2. Dimensione dei ciocchi.
  3. Spinta espressa in tonnellate e relativa alla dimensione dei ciocchi.
  4. Motore.
  5. Aspetto ergonomico, se verticale o orizzontale.

Le regole di sicurezza da rispettare

Quando acquisti uno spaccalegna elettrico assicurati che l’impianto elettrico sia dotato di un dispositivo di protezione termica per interrompere la corrente in caso di incidente!

E per evitare le schegge o essere costretto a usare apparecchi acustici prima del previsto, quando utilizzi uno spaccalegna indossa sistematicamente:

Scopri il catalogo ManoMano
Occhiali protettivi
Scopri i nostri spaccalegna!

Guida scritta da:

Sebastiano, Tuttofare autodidatta, 261 guide

Sebastiano, Tuttofare autodidatta

Rifare un tetto? Fatto. Addetto ai consigli di bricolage in un negozio? Fatto. Rifare l'impianto idraulico di un bagno? Fatto. Abbattere muri, costruire muri, dipingere pareti? Fatto. Sapete qual è il motto del tuttofare? Imparare è meglio che delegare! E poi è anche una questione di portafoglio e di soddisfazione personale! Consigliarvi? Farò del mio meglio!

Il più grande ecommerce in Europa per il fai da te, la casa e il giardinaggio

  • Milioni di prodotti

    Molti di più che in un negozio tradizionale... e senza dover cercare tra le corsie

  • Consegna a domicilio o in punto di raccolta

    Scegli tu

  • Centinaia di esperti pronti ad aiutarti

    Tipo Macgyver ma online