Come pitturare con il rullo

Come pitturare con il rullo

Elisa,  esperta in ristrutturazioni Cefalù

Guida scritta da:

Elisa, esperta in ristrutturazioni Cefalù

Oggi ridipingere una stanza è un gioco da ragazzi, a condizione di scegliere degli attrezzi da pittore adatti al supporto, così come una pittura adeguata. Tra il pennello e il rullo, non bisogna avere esitazioni. Il rullo, in tutte le sue forme, resta lo strumento indispensabile per pitturare le grandi superfici.

Caratteristiche importanti

  • Scegliere l'attrezzatura
  • Preparare il supporto e l'attrezzatura
  • Pitturare il supporto
  • Pulire il cantiere e l'attrezzatura
Scopri i nostri rulli per pitturare!

Pitturare con il rullo: tra comodità di lavoro e qualità

Vuoi ridipingere una parete interna o esterna? Pitturare un mobile? O pitturare il capanno da giardino? Avventurarsi in questi lavori con un pennello rischia di essere lungo e, soprattutto, di lasciare tracce. Per una resa migliore, è meglio pitturare con il rullo.

Qualunque sia il supporto e la pittura che applicherai, esiste necessariamente un rullo adatto. Pratico per dipingere sia le grandi che le piccole superfici, l'utilizzo del rullo da pittore è un vero guadagno di tempo e la garanzia di un risultato ottimale.

Competenze

Per applicare la pittura con il rullo, devi conoscere le tecniche di applicazione. È necessario anche saper preparare un supporto. Saper carteggiare, applicare il nastro adesivo e un prodotto di fondo e pulire l'attrezzatura non richiede alcuna competenza particolare. Il cantiere è un susseguirsi di gesti semplici ma precisi.

Tempo di realizzazione

In funzione dello stato del supporto e della superficie.

Numero di persone

1 persona

Fasi di realizzazione

  1. Scegliere l'attrezzatura

  2. Preparare il supporto e l'attrezzatura

  3. Pitturare il supporto

  4. Pulire il cantiere e l'attrezzatura

Strumenti e materiali di consumo

  • Rullo adatto al lavoro da fare

  • Teli di protezione

  • Pennello tondo

  • Vaschetta per pittura

  • Griglia per rullo

  • Nastro adesivo per mascheratura

  • Asta se necessario

  • Maschera di protezione

  • Tuta

  • Miscelatore di pittura

Dipingere con il rullo: video tutorial

1. Scegliere l'attrezzatura adatta al supporto e alla pittura

Scelta del rullo per pitturare

Scegliere un rullo adatto è la condizione indispensabile per eseguire con successo il lavoro di pittura. In funzione del supporto da pitturare e della pittura utilizzata, il rullo è diverso.

  • I rulli a pelo corto, tra 8 e 11 mm, sono perfetti per ridipingere una superficie liscia e uniforme.

  • I rulli a pelo molto corto, 5-6 mm, sono più adatti quando si tratta di una pittura lucida o di una lacca. Questi rulli, chiamati rulli per laccatura, consentono una finitura perfettamente liscia.

  • I rulli a pelo lungo, tra 12 e 14 mm, sono fatti per le superfici in rilievo, il tessuto in fibra di vetro, gli intonaci, gli stucchi raschiati, ecc.

  • I rulli di schiuma sono perfetti per le vernici e le resine. Puoi anche servirtene per qualsiasi supporto liscio.

  • I rulli per mordente, i rulli per pavimento oppure per i rulli per le vernici offrono setole adatte e resistenti per ciascuna di queste finiture.

Oltre alla lunghezza delle setole del rullo, bisogna anche considerare il loro materiale. È preferibile scegliere un rullo con fibre sintetiche per una pittura all'acqua (pittura acrilica) e scegliere un rullo con fibre naturali per la pittura ad olio (pittura gliceroftalica).

Per poter passere il rullo in tutti gli angoli, vi sono diverse taglie di rulli. Mentre il più classico è da 180 mm, troverai anche rulli da 240 mm e di più piccoli, tra 50 e 100 mm, e tra 110 e 120 mm.

Scelta del pennello e delle protezioni

Scegli anche un pennello tondo per fare gli angoli. La sua dimensione dipende dal tuo supporto.

Non c'è alcun vincolo per la scelta della carta di mascheratura e del telo di protezione.

Scelta della pittura

Il tipo di pittura da applicare sulle pareti o sul soffitto viene scelta in base alle sue proprietà intrinseche (pittura, vernice, impregnante, intonaco, ecc.) e alla resa prevista.

Scopri il catalogo ManoMano
Vernici

2. Preparazione del supporto e dell'attrezzatura

2. Preparazione del supporto e dell'attrezzatura

Come per ogni lavoro di pittura, è indispensabile preparare bene il supporto.

  • Carteggia con la carta vetrata o con la levigatrice, a seconda del supporto e delle sue condizioni. Se la vecchia finitura è rovinata, pulisci con un detergente a base di soda, resina acrilica o acetone a seconda di ciò che stai dipingendo. Se necessario, ripara il supporto con uno stucco e/o un intonaco di rasatura, della pasta per legno o del mastice

  • Proteggi con del nastro adesivo i battiscopa, il contorno delle finestre e delle porte, ovunque vuoi delimitare l'applicazione della pittura.

  • Copri i mobili con dei teli di protezione e ricopri anche il pavimento per evitare gli schizzi.

  • Mescola la pittura con un miscelatore montato su un trapano. Versa la pittura nella vaschetta e appoggiavi una griglia per rullo.

  • Se devi pitturare delle superfici molto in alto, puoi usare un'asta telescopica montata sul rullo.

  • Quando si acquista un rullo per pitturare nuovo, è possibile che alcune setole vengano via facilmente. Per evitare che queste si ritrovino sulla parete o sulla superficie da pitturare, puoi immergere il rullo in acqua fredda, oppure applicare dello scotch su tutta la sua superficie per rimuovere le setole non aderenti.

  • Se non vuoi sporcarti i vestiti indossa una tuta da pittore. A seconda del tipo di pittura, è preferibile utilizzare una maschera di protezione.

Scopri il catalogo ManoMano
Mastice

3. Applicazione della pittura col rullo

Per non avere tracce di ripresa quando pitturi una parete, è necessario rispettare alcune regole.

  • Definisci gli angoli con un pennello tondo, cioè fai una striscia di pittura lungo il perimetro della parete. Puoi anche ispessire questa banda con un piccolo rullo di larghezza 100 mm per non cominciare direttamente con il rullo grande, che potrebbe arrivare a toccare il soffitto se la banda non è abbastanza larga.

  • Mettiti di fronte al supporto e comincia dall'angolo in alto a sinistra.

  • È consigliabile lavorare su zone di un metro quadrato all'incirca.

  • Immergi il rullo nella pittura e poi strizzalo, soprattutto non deve gocciolare o essere troppo carico di pittura. Per far ciò, dopo aver immerso il rullo a metà nel vassoio della pittura, passalo un po' avanti e indietro sulla griglia. Il rullo va strizzato in modo uniforme per garantire una pittura regolare della parete.

  • Appoggia il rullo sul supporto adattando la pressione esercitata, che deve essere mantenuta a sufficienza perché la pittura depositata sul rullo si applichi al supporto.

  • Fai scorrere il rullo dall'alto in basso e poi dal basso in alto parallelamente, fino a quando il supporto è coperto uniformemente di pittura e/o il rullo ha bisogno di essere immerso di nuovo. La superficie pitturata, detta banda, corrisponde a tre o quattro larghezze del rullo. Si può eseguire una passata incrociata nell'altro senso, da sinistra a destra, per uniformare la pittura.

  • Quando il rullo è scarico, esegui un'ultima passata leggera in verticale per livellare il tutto.

  • Non è consigliabile caricare troppo il rullo perché si rischia di avere tracce di ripresa e colature.

  • Se pitturi un soffitto, comincia sempre in un angolo a sinistra e pittura di fronte alla fonte di luce per veder bene il tuo lavoro.

  • Aspetta poi che la prima mano sia asciutta, quindi applica una seconda mano seguendo le stesse indicazioni.

  • Tra l'applicazione di due mani di pittura, segnata da una pausa, puoi mettere il tuo rullo in una pellicola per alimenti. Questo trucco impedirà al rullo di asciugarsi ed eviterà di lavarlo.

4. Pulire il cantiere e l'attrezzatura

  • Non aspettare che la pittura sia asciutta per rimuovere il nastro adesivo.

  • Rimuovi i teli di protezione dei mobili e del pavimento e metti tutto in un sacco dell'immondizia.

  • I rulli ed i pennelli vanno lavati con un diluente adatto (acqua per la pittura acrilica e acquaragia per la pittura gliceroftalica) e poi conservati.

  • I barattoli di pittura vanno richiusi, scrivendo il mese e l'anno sul coperchio. Se hai più barattoli, puoi anche scrivere su quale supporto è stata applicata la pittura.

Scopri il catalogo ManoMano
Sacchi dell'immondizia
 
Scopri i nostri rulli per pitturare!

Guida scritta da:

Elisa, esperta in ristrutturazioni Cefalù

Elisa,  esperta in ristrutturazioni Cefalù

Ho 37 anni e mi occupo di ristrutturazioni edilizie ormai da 14 anni. Tutto è iniziato per caso, un modo come un altro di guadagnarsi la vita, ma lavorare con le mie mani si è rapidamente trasformato in una grande passione. Ora mi considero davvero fortunata. La mia scelta professionale mi ha esposta a una vasta gamma di competenze e tecniche: pittura, decorazione, elettroutensili, attrezzature meccaniche, ma anche giardinaggio e idraulica non hanno segreti per me. Ho consigliato i miei clienti su qualsiasi argomento riguardi il bricolage. Il fai-da-te è uno stile di vita per me. Mi definirei un'ottimista. Mi piace conoscere nuovi utensili e tecniche e cercare di trovare soluzioni semplici a qualsiasi problema. Che si tratti di creare qualcosa di nuovo o di ripensare qualcosa di vecchio, condividere le mie idee è una delle cose che più mi piace. Qualunque sia il tuo progetto, sono qui per aiutarti.

  • Milioni di prodotti

  • Consegna a domicilio o in punto di raccolta

  • Centinaia di esperti pronti ad aiutarti