Cosa piantare  in novembre

Cosa piantare in novembre

Giovanni, giardiniere per passione, Umbria

Guida scritta da:

Giovanni, giardiniere per passione, Umbria

108 guide

Con l'arrivo dell'inverno alcune verdure necessitano di protezione dal freddo. Semine e piantagioni sono ancora possibili nell'orto, soprattutto se abitate in una regione con inverni miti. Ma novembre è anche il mese migliore per piantare alberi, alberi da frutto e arbusti ornamentali.

Caratteristiche importanti

  • Semina e messa a dimora
  • Rimozione delle piante parassite
  • Coltivazione
  • Manutenzione degli alberi
  • Controllo delle perenni
Scopri il nostro vivaio!

Gli interventi che riguardano da vicino le piante o il terreno devono sempre essere fatti in assenza di gelo.

Riparate le verdure presenti nel giardino (porri, carote, scorzobianca, ecc.) con uno strato generoso di paglia o di foglie morte.

Continuate ad aerare serra e chassis nelle giornate di tempo bello.

Questo è il periodo ideale anche per distribuire del letame sulla superficie del giardino,ma senza interrarlo, poiché necessita di ossigeno per decomporsi.

Gli appassionati dell'aratura possono vangare a zolle grosse se il terreno è argilloso. Il gelo, poi, penserà a romperle facilitandovi così il lavoro in primavera.

Dopo aver sradicato le piante di pomodori, vi consigliamo di bruciarle anziché utilizzarle per il compost per evitare la diffusione di malattie. Recuperate i tutori utilizzati durante la stagione e trattateli con solfato di rame.

Eliminate tutti i gambi di asparagi che iniziano a ingiallire tagliandoli con le cesoie a qualche centimetro di distanza dal suolo. Spandete poi una concimazione organica ben decomposta sulla superficie del terreno.

Scopri il catalogo ManoMano
Tutori

Piantate i cavoli cappuccio in primavera in piena terra o in chassis nelle regioni più fredde.

Piantate anche lo scalogno grigio affondando i bulbilli a 2 cm circa di profondità, in un terreno non arricchito con materiale organico.

Seminate il cerfoglio tuberoso per avere il raccolto a inizio estate, quando le foglie sono gialle, e consumarlo l'inverno successivo, quando sarà migliorato.

Nelle regioni più fredde, seminate in chassis o piantate i cavolfiori in primavera. Seminate le fave e i piselli tondi in terra piena, e piantate l'aglio in questa stagione soltanto se il terreno è leggero e permeabile.

A inizio mese, dividete i cespi di rabarbaro e le piante aromatiche: santoreggia, origano, erba cipollina, dragoncello, menta, levistico, lapazio... Nelle regioni fredde, potatele e pacciamate alla base.

Tagliate i gambi di dragoncello a qualche centimetro dal suolo per favorire la crescita delle foglie e rincalzate leggermente i cespi, ma scopriteli se torna la pioggia.

Eliminate le foglie malate, cadute al suolo o rimaste sull'albero, poiché sono veicoli di parassiti e malattie.

Piantate gli arbusti di piccoli frutti a radici nude quali ribes nero, lamponi, ribes, more, mirtilli, vite, ecc.

Dalla metà di novembre in poi sarà il periodo ideale per piantare alberi da frutto a radici nude: melo, pero, pesco, ciliegio, susino...

Le piante perenni

Tagliate i fiori appassiti delle piante che hanno terminato la fioritura.

Proteggete la base delle piante gelive.

Non dimenticate che la vegetazione di molte piante perenni scompare in inverno... Provvedete a segnalare la loro posizione in giardino tramite dei paletti.

Potate le piante perenni o bulbose che resteranno in quel posto e proteggete dal gelo attraverso una pacciamatura la base di dalie, canne e gladioli.

Se nella vostra regione l'inverno è generalmente rigido o se il terreno è eccessivamente ricco di acqua, si consiglia di riportare al chiuso bulbi o rizomi,al riparo dalla luce.

Ultima possibilità per piantare tulipani e giacinti in un'aiuola chiusa per un effetto più decorativo.

Quali fiori seminare

In questo periodo le possibilità di seminate di fiori sono scarse, ma potete seminare in chassis freddo l'aconito napello e, nelle regioni con inverni miti, i piselli odorosi per avere una fioritura profumata in primavera.

Arbusti ornamentali

Potate gli arbusti prima del termine della fioritura.

Continuate a togliere i fiori appassiti delle rosee pacciamate le varietà che soffrono il freddo.

Piantate alberi caducifogli e a radici nude: alberi, arbusti, piante rampicanti. Piantate anche gli arbusti sempreverdi in un contenitore (berberis, eleagno, fusaggine, agrifoglio, alloro...).

Piantate tutte le varietà di rose (a cespuglio, ad arbusto, rampicante) a radici nude o in un contenitore.

Se non l'avete già fatto a ottobre, scarificate il manto erboso con uno scarificatore e, se necessario, fate un ultimo taglio regolando l'altezza a una misura piuttosto elevata.

Se avete seminato un nuovo prato nel mese di settembre, tagliatelo ora.

Curatelo, poi mettete al riparo per l'inverno il tosaerba o il trattorino tagliaerba.

Preparare le sementi, piantare le verdure, seminare i fiori, potare gli alberi da frutto e le aiuole a cespuglio... I lavori di giardinaggio variano a seconda dei mesi e delle stagioni. Per non perdere di vista i cicli delle stagioni e tutte le misure da adottare nell'orto, nel giardino, nel frutteto, in balcone o in terrazza, leggete i nostri consigli migliori.

E per sfruttare al massimo il tuo giardino, dai un'occhiata alle nostre guide pratiche:

Scopri il nostro vivaio!

Guida scritta da:

Giovanni, giardiniere per passione, Umbria, 108 guide

Giovanni, giardiniere per passione, Umbria

Alto come un soldo di cacio, già lavoravo nel giardino di famiglia. Forse è da lì che è nato il mio interesse per le piante e il giardinaggio. Era quindi logico per me seguire degli studi sia di biologia vegetale che di agraria. Accogliendo la richiesta di diversi editori, ho scritto in 25 anni numerosi libri sulla tematica delle piante, dei funghi (argomento che mi è a cuore), essenzialmente delle guide per il riconoscimento all’inizio, ma presto anche in seguito, sul giardinaggio, riallacciandomi così alla prima passione della mia infanzia. Ho anche collaborato regolarmente con diverse riviste specializzate nell’ambito del giardinaggio o più in generale della natura. Siccome non c’è giardiniere senza giardino, è in un piccolo angolo dell’Umbria che coltivo il mio da 30 anni e dove metto in pratica i metodi di coltura che vi consiglio.

Il più grande ecommerce in Europa per il fai da te, la casa e il giardinaggio

  • Milioni di prodotti

    Molti di più che in un negozio tradizionale... e senza dover cercare tra le corsie

  • Consegna a domicilio o in punto di raccolta

    Scegli tu

  • Centinaia di esperti pronti ad aiutarti

    Tipo Macgyver ma online