Degrassatore liscio, 5 A.E., 5 coperti

Degrassatore liscio, 5 A.E., 5 coperti
Degrassatore liscio, 5 A.E., 5 coperti
Degrassatore liscio, 5 A.E., 5 coperti
Degrassatore liscio, 5 A.E., 5 coperti
19952
-30%
285,05 €
35 € di sconto al tuo primo acquistoProfessionista, prezzi pro IVA esclusa
Buono a sapersi
  • Reso entro 14 giorni
Confronta con articoli simili
Dettagli del prodotto
Caratteristiche
  • Peso
    7 kg
  • Referenza ManoMano
    ME18831715
  • MMID
    247567983950
  • Rif. costruttore
    SODEG-00170
Descrizione

SEPARATORE DI GRASSI ED INERTI

Degrassatore cilindrico verticale liscio con fondo piano, A.E. 5 coperti 5, mis. Ø 600 x 675 H mm, capacità 170 Lt. Separatore di grassi ed inerti realizzato in polietilene lineare mediante lo stampaggio rotazionale, monolitico, ovvero stampato in un unico pezzo senza giunzioni. E' equipaggiato di ispezioni corredate da coperchio a base quadrata pedonabile, tronchetto di uscita in PVC, tubazione d’ingresso in PP, guarnizione in EPDM sulla tubazione d'uscita. Il degrassatore viene utilizzato dove è presente notevole quantità di grassi, oli vegetali e animali, ma anche nelle attività di ristorazione dove sono presenti acque reflue provenienti da cucine industriali, caseifici, alberghi oppure da lavorazioni industriali. I separatori di grassi sono delle vasche di plastica/pozzetti in cui confluiscono gli scarichi delle acque oleose che contengono grassi e detersivi, che necessitano di essere separati dalle altre acque per evitare problemi di intasamento nelle condutture fognarie. Le acque trattate dai deoliatori confluiranno alla vasca Imhoff. La gamma è prodotta in conformità ed in ottemperanza del Regolamento UE 305/11 e della Direttiva Europea 2004/108/EC, prodotta nel rispetto della Norma Armonizzata UNI EN 1825-1, risponde alle indicazioni della Tab.3 dell’Allegato 5 del D.Lgs. 152/2006 e successive modifiche.

Normative di riferimento: La gamma è prodotta in conformità ed in ottemperanza del Regolamento UE 305/11 e della Direttiva Europea 2004/108/EC, prodotta nel rispetto della Norma Armonizzata UNI EN 1825-1, risponde alle indicazioni della Tab.3 dell'Allegato 5 del D.Lgs. 152/2006 e successive modifiche.

Controlli e manutenzione: I Degrassatori sono costruiti per garantire l'accumulo di oli, schiume, grassi e sedimenti per un periodo di 8 -10 mesi di esercizio dell'impianto, in riferimento ai carichi alimentati nell'installazione sono da prevedersi almeno quattro ispezioni l'anno da parte di personale specializzato, verificando l'assenza di corpi grossolani all'interno delle tubazioni di entrata e di uscita e nel pozzetto di uscita posto a valle del degrassatore. Prevedere uno spurgo annuale del contenitore, eseguito da Aziende specializzate che dovranno poi provvedere allo smaltimento dei fanghi presso centri autorizzati, provvedendo alla pulizia delle superfici interne del contenitore, compresa l'eliminazione dell'eventuale materiale che ostruisce i tronchetti di ingresso ed uscita del refluo. Appena terminata l'operazione di spurgo, riempire nuovamente il manufatto con acqua. Intervalli di manutenzione più frequenti possono rendersi necessari in funzione delle caratteristiche qualitative dello scarico in ingresso.

Impiego tipico: Trattamento primario dei reflui domestici in generale delle acque grigie confluenti nel collettore fognario e può essere utilizzata in ogni caso laddove sia espressamente indicato l'uso di un degrassatore. Il degrassatore può essere installato a valle degli scarichi di cucina, lavabi e docce. Il degrassatore è necessario per separare grassi, schiume e olii di origine vegetale e animale. Può essere utilizzato per civili abitazioni, attività commerciali (ristorazione, bar, B&B, uffici, negozi, palestre, ecc.) o fabbriche (tranne le acque di lavorazione). Il tipo di degrassatore può essere scelto in considerazione di diverse prescrizioni: il parametro relativo all’abitante equivalente è determinato dal volume che come da indicazioni Arpa è 50/60 lt per A.E.

Consigliato da

Come scegliere delle sistemazioni per utensili

In una cassetta degli attrezzi, in una borsa o anche in un baule portautensili, i tuoi attrezzi ti seguiranno ovunque in cantiere. In officina, bulloni, rondelle e cacciaviti troveranno posto in un armadietto, in un carrello cassettiera o in pratici contenitori. Sistemare gli utensili può voler dire guadagnare tempo.
Come scegliere delle sistemazioni per utensili
  • Milioni di prodotti

  • Consegna a domicilio o in punto di raccolta

  • Centinaia di esperti pronti ad aiutarti